A Roma poliziotti circondati per impedire l’arresto di due romeni

Senza categoria

Tutto è accaduto a Tor Bella Monaca: mentre la polizia stava arrestando due romeni, i residenti hanno accerchiato i poliziotti.


La Questura di Roma ha spiegato che il tutto è avvenuto nel corso di un’operazione antidroga, che ha portato a quattro arresti e al sequestro di 1 kg e 300 grammi di stupefacente e di una pistola Smith Wesson calibro 38 special.

Gli agenti, come si vede nel video, dopo aver bloccato un’auto, fanno scendere le due persone a bordo. I due, F.N di 24 anni e un 17enne, avevano cercato di seminare le pattuglie tra le strade di Tor Bella Monaca, ma subito dopo sono stati fermati in via dell’Archeologia dagli agenti. I residenti, a quel punto, radunatisi intorno alle due vetture, hanno provato, senza riuscirci, ad impedirne l’arresto, ma i poliziotti sono riusciti a riportare la calma e i due sono finiti in manette per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Alcuni tra i giovani sembrano rivolgersi con fare minaccioso agli uomini delle Volanti, che alla fine sono stati costretti a estrarre per un breve attimo anche la pistola di ordinanza.

I poliziotti hanno proseguito l’attività investigativa con una perquisizione domiciliare a casa di L.G, una 54enne originaria di Nuoro: la proprietaria della macchina guidata dal 24enne. Prima di salire nell’abitazione della donna il cane antidroga della pattuglia dei cinofili, era stata attratta da un furgone parcheggiato nei pressi della casa risultata appartenere alla donna. All’interno del furgone sono stati trovati 650 grammi di marijuana e il revolver marca Smith Wesson calibro 38 special, risultato rubato. Le due donne sono state arrestate per spaccio in concorso, mentre la 29enne è stata denunciata anche per la ricettazione dell’arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *