Abruzzo, la destra delle poltrone

Notizie

Questi ridono sempre. A prescindere. L’Abruzzo sprofonda e loro ridono. Le famiglie si disperano e loro ridono. Sempre. Ci fosse una volta che fanno le persone serie: mai. Le file alle Caritas aumentano ogni giorno ed “essi ridono”. Se ci fosse qualcuno politicamente scorretto potrebbe tentare di chiedere loro:”Ma che cazzo vi ridete?”

Questi ridono sempre. A prescindere. L’Abruzzo sprofonda e loro ridono. Le famiglie si disperano e loro ridono. Sempre. Ci fosse una volta che fanno le persone serie: mai. Le file alle Caritas aumentano ogni giorno ed “essi ridono”. Se ci fosse qualcuno politicamente scorretto potrebbe tentare di chiedere loro:”Ma che cazzo vi ridete?”

FORZA ITALIA IN MANO ALL’ANIMATORE

La destra abruzzese non è ancora chiaro a tutti se corre per vincere o corre per perdere. Dopo lo scollamento a livello nazionale nuovi mostri nascono anche in Abruzzo. E che mostri. L’amante latino, Silvio Berlusconi, forse consigliato dalla diversamente opportunista Francesca Pascale, ha fatto i nomi dei componenti del nuovo organigramma. Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da rabbrividire.

Il forse socialmente utile Silvio ha piazzato nello scranno più alto del partito regionale l’animatore turistico che ogni villaggio c’invidia: Nazario Pagano. La sua performance è stata notata la sera della presentazione al cinema ‘Massimo’ da Claudio Cecchetto in persona. Nell’organigramma c’è di tutto: 8 vice presidenti, 4 coordinatori provinciali, tesorieri e un’infinità di gente che gironzola nell’Ufficio del Presidente.

Ma l’incarico più fantasioso e, forse più inutile e che mi ha fatto ridere per ben 24 ore, è stato quello dato a tale Lucio Cieri. Sedetevi. Leggete con calma. L’ex coordinatore provinciale del Pdl di Chieti ora ottiene la carica di vice presidente difensori del voto. C’è da aggiungere altro? Certamente. Continuando la lettura stilata da ‘San Silvio dalle procure rosse‘ scorgo tra le righe incarichi molto più autorevoli del Ceri. Imparo che tale Marco Della Torre ricopre l’incarico di Ambiente e amici dell’uomo. Manca però un responsabile amico degli animali, degli ortaggi e dell’ambiente di mare. La Spending review colpisce anche Forza Italia, per fortuna c’è un’alta percentuale di comici.

NCD, IL PEGGIO CHE STA NASCENDO

Per un Pagano che coordina c’è una Chiavaroli che tenta di costruire ‘il peggio che non ha mai fine’. 

Lei, la senatrice che quando è stata eletta non credeva ai suoi occhi, ce la sta mettendo tutta per spaccare destra e maroni. Siglato l’accordo con il candidato sindaco Francesco Maragno a Montesilvano, l’ideologa dell’emendamento porcata sulle slot-machine, tenta di piazzare Guerino Testa alle elezioni comunali di Pescara.

Lei, la ‘donna di famiglia’ che ha proposto di distribuire il gioco d’azzardo in ogni angolo d’Italia e, con i ricavati, curare la ludopatia è, signore e signori, la coordinatrice del Nuovo centro destra Abruzzo. Ci fermiamo qui? No. Se mamma Federica riuscirà a piazzare il candidato più figo della costa adriatica sulla poltrona del Comune di Pescara, vorrà dire che avrà partita vinta in casa Forza Italia e che, udite udite, molto probabilmente abbandonerà il candidato Gianni Chiodi al suo destino. La Fede proporrà un candidato Ncd? Ne siamo sicuri. 

E mentre l’Abruzzo affonda ‘essi ridono’ e si scelgono le poltrone.

Antonio Del Furbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *