Carlo Masci al meeting di CL con la sua Lancia Delta 1400 GPL.

Notizie

Carlo è buono e bello ma quando gli si appiccica addosso un distintivo che non gli appartiene diventa un leone dell’Africa. Lui, Carlo, l’uomo prima che politico che per il solo fatto di essere andato al meeting di Comunione e Liberazione a Rimini è stato definito, da un ‘amico’ su facebook, “un politico da passerella”  che ‘passeggia’ a spese della collettività. La sua risposta non tarda ad arrivare.

L’assessore, appena rientrato dal meeting di Rimini, scrive su facebook:«Il Meeting di Rimini di CL e’ sempre un’esperienza emozionante. Tanti giovani, una partecipazione convinta e sentita, la persona al centro del mondo, dibattiti e confronti di alto livello. Quest’anno, poi, ho avuto modo di soffermarmi sugli spazi sportivi attrezzati per tutti coloro che volessero svagarsi, a conferma che lo sport in ogni civiltà è il momento di maggiore socializzazione, aggregazione ed integrazione. I detrattori accusano CL di essere una specie di setta, ma l’impressione che si ha da una frequentazione esterna è che coloro che ne fanno parte si sentono tutti insieme elementi attivi di un progetto di vita comune». Da quel momento in poi si scatenano i commenti sulla sua pagina. Marco Lauria:«veramente l’impressione che se ne ha esternamente è sempre quella che non si capisce cosa c’entri con la politica l’obbligo di non fare l’amore con la propria fidanzata se nn si è prima sposati…..». Interviene Angelo De Marcellis che spera di vedere al più presto:«uno Stadium simile anche in Abruzzo», quindi Marco Nanni che ci va giù duro:«La loro abilità sta proprio nel rivestire di un’apparenza serena e felice i dogmi che inculcano nelle menti più deboli, al mero fine di perseguire gli interessi di alcuni individui». Carlo ancora silenzioso preferisce non intervenire. Lo fa’ solo quando Giusto Di Fabio scrive:«è la solita passerella dei politici, a spese della collettivita’…punto.!!». Carlo è buono e bello ma quando gli si appiccica addosso un distintivo che non gli appartiene diventa un leone dell’Africa. Lui, Carlo, l’uomo prima che politico che per il solo fatto di essere andato al meeting di Comunione e Liberazione a Rimini è stato definito, da un ‘amico’ su facebook, “un politico da passerella”  che ‘passeggia’ a spese della collettività. La sua risposta non tarda ad arrivare. «Tanto per chiarire. Io sono andato a spese mie e con la mia Lancia Delta 1400 GPL». Di Fabio affonda:«il meeting di CL è ormai (lo è da anni per la verità)..politica ed affari, con la passarella dei politici e manager…di Dio ormai neanche l’ombra». Sarà vero? Certo è che di affari pare non se ne facciano tanti se il buon Carlo se ne va al nord con una Lancia Gpl. E poi: pure se fosse una lobby che male c’è?

di il lobbista


{edocs}mascifacebook.pdf,650,400{/edocs}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *