Cartelle Equitalia: Marco Forconi le incendia davanti alla sede di Pescara

Notizie

“È stato un gesto che ho fatto da cittadino e non da rappresentante politico” ha dichiarato il Coordinatore Regionale di Forza Nuova Abruzzo. Il partito di estrema destra, comunque, da tempo combatte una guerra contro l’ente riscossore.

 

“È stato un gesto che ho fatto da cittadino e non da rappresentante politico” ha dichiarato il Coordinatore Regionale di Forza Nuova Abruzzo. Il partito di estrema destra, comunque, da tempo combatte una guerra contro l’ente riscossore. 

L’avviso, Marco Forconi, lo aveva scritto ieri sulla sua pagina Facebook:”Nonostante influenza e possibile pioggia, come annunciato nei giorni scorsi domani mattina (stamattina, Ndr) alle 10.00 sarò davanti alla filiale di Equitalia Pescara per attuare una semplice, breve e pacifica ma radicale protesta, senza bandiere, senza simboli, come un qualunque cittadino, vessato come altri da questo ente. Chi non ha il coraggio di ribellarsi non ha il diritto di lamentarsi”.

Le cartelle bruciate sono state cinque, tutte indirizzate a lui. “Il gesto è stato di un povero cittadino vessato da un ente che non guarda in faccia a nessuno” ha precisato Forconi. “In tanti, che si sono fermati ad osservare il mio gesto – ha proseguito Forconi –  mi hanno dimostrato affetto e simpatia invitandomi ad andare avanti”. Dentro e fuori la sede pescarese di Equitalia in tanti con blocchi di cartelle da pagare. 

“Il mio gesto è, soprattutto, per quelle tante persone che ogni giorno vivono con questa scure addosso di un ente che non ha rispetto per le persone. Io dico a queste persone: ribellatevi e non suicidatevi. Le cose si possono cambiare”.

ZdO

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *