Caserta: il legale di Ciro Benenati scrive a Zone d’Ombra. “Il mio assistito mai avuto rapporti con i Casalesi e mai processato per Camorra”

Notizie

L’avvocato Romolo Vignola, alle 19.40 di ieri sera, ci ha fatto pervenire una mail in cui puntualizza questioni riguardanti il suo assistito, Ciro Benenati, affrontate nel nostro articolo:”La Giustizia che tratta con il delinquente Antonio Iovine“.

Scrive Vignola:”Il sottoscritto, difensore di fiducia del sig. Ciro Benenati, intende fornire con la presente, alcuni doverosi chiarimenti in merito ad un articolo pubblicato in data 16/06/2014 sul Quotidiano on-line “Zone D’Ombra”, relativo alla collaborazione di Antonio Iovine intitolato “La Giustizia che tratta con il delinquente Antonio Iovine“. L’avvocato precisa:”All’interno dell’articolo viene inserita, tra le altre, la foto del Sig. Benenati, indicandolo come esponente del Clan dei casalesi con la dicitura “Queste alcune delle facce del clan. Quanti hanno visto i loro visi in questi giorni? Il clan dei casalesi, mix perfetto di criminali della Camorra e di Cosa Nostra, hanno queste facce e non quella sorridente del delinquente Antonio Iovine”. È doveroso precisare che il sig. Benenati non ha mai riportato condanne per il delitto di cui all’ art. 416 bis c.p. che lo possano ricondurre al c.d. clan dei Casalesi né è stato mai processato per reati di natura camorristica” spiega Vignola.

Il mio assistito è un noto imprenditore casertano titolare di una concessionaria di autovetture, il quale, a causa di prestiti di denaro di presunta natura usuraria  elargiti alla fine degli anni ‘90, è stato coinvolto nel procedimento al quale si riferiscono le fotografie in questione, ma poi subito scarcerato su istanza difensiva”.

VIDEO DELL’ARRESTO

http://www.youtube.com/watch?v=9ICZlJpZpxQ

“Il processo penale” prosegue l’avvocato “che lo vede coinvolto è attualmente in corso ed il Benenati potrà chiarire dinanzi alla procedente Autorità Giudiziaria il ruolo assunto nella vicenda. Nel pieno rispetto del sacrosanto diritto di informazione, sono certo che Ella tutelerà il diritto del mio assistito al contraddittorio rispetto a quanto riportato nella predetta pubblicazione”.

BENENATI SCARCERATO

Ciro Benenati, come puntualizzato dall’avvocato Vignola, fu prima arrestato e poi scarcerato nell’ambito di un presunto giro d’usura. Il gip del tribunale di Napoli, in seguito all’istanza degli avvocati, Mario Mancazzo e Romolo Vignola, decise di scarcerare l’imprenditore. La procura distrettuale ha in seguito chiuso le indagini chiedendo il rinvio a giudizio per Benenati.

LA CONCESSIONARIA “SUD TONY”

Benenati è il titolare della concessionaria di auto Sud Tony che si trova su Viale Carlo III al confine tra Caserta e San Nicola la Strada. L’imprenditore, secondo la ricostruzione dell’accusa, aveva avuto contatti con Roberto Battaglia, imprenditore in gravi difficoltà economiche, che lo aveva contattato per un prestito. Benenati avrebbe avuto problemi per riavere indietro i soldi e avrebbe richiesto l’intervento degli ‘amici del Casale’ al fine di convincere Battaglia a ridare indietro i soldi. Battaglia ha più volte dichiarato di aver ricevuto minacce dal clan dei Casalesi per non aver pagato il pizzo.

Antonio del Furbo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *