Chieti, ‘Teate Tv’ non parte e gli sponsor attendono

Notizie

L’inaugurazione del nuovo canale digitale doveva esserci domani, martedì primo ottobre, invece tutto è rinviato al 10 ottobre. Intanto i contratti pubblicitari sono stati firmati e i cittadini teatini attendono.

L’inaugurazione del nuovo canale digitale doveva esserci domani, martedì primo ottobre, invece tutto è rinviato al 10 ottobre. Intanto i contratti pubblicitari sono stati firmati e i cittadini teatini attendono.

Infatti, sulla pagina facebook ‘Teate Tv’, gli amministratori da tempo postano avvisi e informano i simpatizzanti della tv che verrà (?) su sconti, promozioni e, soprattutto, sulle aziende che già hanno firmato contratti pubblicitari. «La ditta Lavorazione lamiere di Liberato Alessio e Walter in via L. Camarra – scrive Marino Valentini patron della piattaforma digitale teatina – offre facilitazioni e sconti dal 15% al 20% a tutti i tesserati TeateTV. Per ottenere lo sconto è necessario esibire la propria tessera Teate Tv». Ancora:«Casalinghi di Prinzio, dove troverete di tutto per la casa, dallo spillo fino all’elefante (quest’ultimo su ordinazione) ha il piacere di praticare, ai tesserati Teate Tv, lo sconto del 10% su tutto l’assortimento del suo negozio in via Arniense, eccezion fatta per le liste di nozze e la merce già in promozione».

La lista delle sponsorizzazioni è lunga e ci sono anche intere famiglie che partecipano con contributi economici sostanziosi. Non mancano ricette nero-verdi e proposte per la programmazione. Otto ore fa, però, Mauro Bucci ha chiesto:«Bene, si inizia domani?» e Marino Valentini, prontamente, ha risposto:«Causa problemi tecnici, la programmazione di Teate Tv inizierà lunedì 11 di ottobre 2013. Coloro che hanno sottoscritto il contratto mensile per gli spot pubblicitari vedranno pubblicizzata la propria azienda per i mesi di ottobre (frazione) e novembre al prezzo di un solo mese di pubblicità». 

Le domande che vorremmo fare a Valentini sono tante ma, purtroppo, con noi ha preferito non parlare l’ex direttore di banca. Avremmo voluto chiedergli, ad esempio, dove sono gli studi di ‘Teate Tv’ e, ancora, chi sarà il direttore di rete. Avremmo voluto chiedergli chi sono i maggiori azionisti della tv e come mai hanno scelto il bouquet digitale di ‘Antenna 10’. Ancora. Saremmo curiosi di sapere, sempre ad esempio, che tipo di contratto li lega con Vincenzo Lanetta, editore di Antenna 10. Ancora. Come mai, un’azienda televisiva che ha già raccolto pubblicità, non parte con la programmazione il giorno prestabilito e posticipa di 10 giorni la messa in onda. Viene da pensare che Valentini si sia affidato ad un ‘Capo-struttura tecnico’ incapace di fare il proprio lavoro e, quindi, da licenziarlo in tronco. Domande che avremmo posto anche per dare un quadro esaustivo a chi investe nel progetto.

Ma, purtroppo, il buon Marino Valentini ci snobba. E anche tanto. Che triste non essere direttori di banca.

redazione

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *