D’Alema:”Soldi mai andati alla Grecia ma a banche tedesche”

Notizie

Tuona duro Massimo D’Alema contro quegli Stati che, almeno a chiacchiere, avrebbero aiutato la Grecia.

“In Germania il costo del denaro è bassissimo, anzi l’interesse è negativo” spiega D’Alema. “Le banche tedesche raccolgono denaro  dai risparmiatori tedeschi che per loro ha un costo quasi nullo, comprano i titoli della Grecia (la Grecia paga il 15% di tassi d’interesse perché è un Paese a rischio) e guadagnano una montagna di soldi”.

L’ex presidente del Consiglio aggiunge:”Quindi accade che da un Paese povero come la Grecia enormi risorse si trasferiscono vrso un Paese ricco come la Germania, attraverso la differenza dei tassi d’interesse. E il Paese povero s’impoverisce sempre di più e il Paese ricco si avvantaggia sempre di più. Quando il Paese povero non è più in grado di pagare i debiti gli arrivano gli aiuti europei. Noi abbiamo pagato alla Grecia 250milaridi di euro ma non per le pensioni dei greci ma per pagare gli interessi  alle banche tedesche francesi e italiane. 220miliardi sono andati direttamente alle banche”.

{youtube}http://www.youtube.com/watch?v=5rsq4Vrmn40{/youtube}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *