Elezioni Montesilvano: i ‘poteri forti’ ridanno la parola ai cittadini

Notizie

Dopo l’operazione verità, pompata e sponsorizzata da lui su tutti i media locali, Attilio Di Mattia, ormai ex sindaco della città adriatica, dovrà mettersi anima e cuore in pace. Anche il Tar di Pescara ha rigettato i suoi due ricorsi per la caduta della sua giunta in seguito alle dimissioni di 13 consiglieri.

Dopo l’operazione verità, pompata e sponsorizzata da lui su tutti i media locali, Attilio Di Mattia, ormai ex sindaco della città adriatica, dovrà mettersi anima e cuore in pace. Anche il Tar di Pescara ha rigettato i suoi due ricorsi per la caduta della sua giunta in seguito alle dimissioni di 13 consiglieri.

L’OPERAZIONE VERITA’

Lo strombazzamento pubblicitario durato qualche settimana e in cui Di Mattia annunciava grandi rivelazioni di nomi e cognomi dei famosi poteri forti che lo avrebbero abbattuto, alla fine si è rivelato un tentativo, probabilmente, di confondere gli elettori. Nemmeno un nome di ‘potere forte’ uscito da quella conferenza serale all’hotel Ninfea di Montesilvano ma solo teoremi e accuse buttate un po’ qua e un po’ la. Qualche giorno prima, il giovane Attilio, aveva addirittura fatto intendere che i costruttori gli avrebbero fatto le scarpe ma, il Pd, fu costretto a fare un comunicato stampa per smentire le parole del loro candidato.

http://www.youtube.com/watch?v=g0BRb0hJXGQ


ANELLI: “DI MATTIA INFANTILE”

“Il ricorso al TAR di Di Mattia è stata una mossa infantile” attacca Manuel Anelli del M5s e candidato alla poltrona di primo cittadino il 25 maggio. “Ricorda molto una scena: il bambino offeso se ne va dal campetto di gioco con la palla sotto braccio. Stava giocando con le nostre vite. Stava rischiando di lasciare in città 1 anno il commissario!” aggiunge Anelli. 

“Ma come si sapeva e sperava LORO hanno perso, ora possiamo vincere solamente NOI! È ora di ripulire questa bellissima città! Noi siamo agguerriti e pronti! 
Montesilvano saremo la tua protezione civile. Inizia la strada per una nuova era. VAMOS”.

E chi l’avrebbe detto che Anelli sarebbe stato uno dei poteri forti agguerriti contro Di Mattia?

ZdO


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *