Fondi per le buche: la Procura di Roma indaga per abuso d’ufficio. Accertamenti su tutti i municipi della Capitale

Notizie

Al centro delle indagini della Procura di Roma l’ipotesi di reato per abuso di ufficio riguardo l’utilizzo dei fondi destinati alla riparazione delle buche. Somme di denaro che vengono dalle multe e che i Municipi devono usare per la manutenzione stradale. Il procedimento rimane al momento contro ignoti e non ci sono indagati.

In queste ore, però, sono stati ascoltati come persone informate sui fatti alcuni funzionari del Campidoglio dell’ufficio Ragioneria e della Segreteria generale i quali hanno messo a disposizione dei magistrati già alcuni documenti.




I giudici hanno disposto accertamenti su tutti i municipi della Capitale al fine di verificare come siano stati spesi i fondi derivanti dalle multe e destinati alla manutenzione stradale per la riparazione delle buche. Un’attività istruttoria partita nell’aprile scorso avviata dal pm Antonia Giammaria dopo un esposto presentato dal Codacons secondo cui il denaro proveniente dalle contravvenzioni sarebbero state utilizzate per altre finalità. Nell’esposto l’associazione di consumatori ipotizza il reato di falso.

L’iniziativa del Codacons è nata in seguito a una richiesta di accesso agli atti per verificare le voci di spesa dei vari municipi. In Procura si attende una prima informativa della Guardia di Finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *