Fontanelle: emergenza continua

Inchieste

 L’associazione Codici accusa l’Ater e le istituzioni locali di no voler risolvere il dramma di via caduti per servizio 

Il quartiere Fontanelle di Pescara continua a vivere nel dramma. Dopo i recenti fatti di cui ci siamo occupati, continuano gli atti intimidatori nei confronti della molteplicità dei residenti per bene di via Caduti per servizio. L’ultima intimidazione è stata fatta nel palazzo in cui risiede l’ex presidente dell’associazione “Insieme  per fontanelle” Nello Raspa. Alcuni balordi nella nottata precedente la conferenza stampa indetta dall’associazione Codici, hanno incendiato il citofono e dato alle fiamme il circuito elettrico della palazzina. Da un lato quindi i pochi pregiudicati che continuano a segnare negativamente le giornate dei residenti del quartiere, dall’altro le istituzioni in primis Comune di Pescara e Ater. Proprio quest’ultimo, secondo Domenico Pettinari, è stato l’ente che meno ha rispettato i patti presi con i residenti di Fontanelle. Tra l’altro anche il posto di polizia è stato tolto e non si capisce per quali oscuri motivi. Ha senso tenere le persone per bene nella paura?

 

di Antonio del Furbo   filmaker Luca Di Michele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *