Gazzella della polizia ‘salvata’ dai cavetti elettrici. La triste fine di uno Stato

Notizie

A chi crede che lo Stato sia il peggior nemico dell’uomo vedere certe immagini non dovrebbe altro che piacere. Rappresentanti di un sistema fallimentare costretti a soccorrersi a vicenda.

Che pena. Una risata dovrebbe seppellirli ma ci rendiamo conto che i poliziotti non sono altro che vittime di uno Stato che da tempo li ha dimenticati.

E ieri, a testimonianza di ciò, è accaduto un altro fatto. Lì, davanti a palazzo Chigi, un centinaio di persone si sono fermate a guardare poliziotti che venivano aiutati da un’altra gazzella arrivata in soccorso con al seguito cavetti elettrici per far ripartire la loro auto. La scena è tragicomica ancor di più se si pensa che l’auto in panne era di servizio per l’allerta terrorismo. In quel caso tutto dovrebbe funzionare alla perfezione. E il condizionale è d’obbligo visto che, a quanto pare, i tutori dell’ordine non erano in grado di tutelare proprio nessuno. 

Caso isolato? Manco per niente. 

Episodi simili ci sono stati in passato come nel caso dell’auto dei carabinieri che prese fuoco improvvisamente e l’auto della polizia che a Taranto fu fatta ripartire a spinta.

Questo è Stato, caro mio. E tu non puoi farci nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *