Gianluca Bardelli ai domiciliari: l’influencer grillino accusato di traffico di influenze

Notizie

Nell’ambito del filone d’inchiesta che ha portato all’arresto di Marcello De Vito con l’accusa di corruzione e traffico di influenze, è stato posto agli arresti domiciliari anche Gianluca Bardelli, giornalista, influencer e social media popularizer. Bardelli è attivista storico del M5S ed è accusato di traffico di influenze illecite assieme a De Vito, all’avvocato Camillo Mezzacapo e all’architetto del gruppo Statuto Fortunato Pittitto.




Bardelli, De Vito e Mezzacapo operavano in concorso tra loro “sfruttando le relazioni esistenti con soggetti chiamati ad intervenire nell’iter amministrativo per il rilascio del permesso di costruire con cambio di destinazione d’uso ed ampliamento di un edificio sito in Viale Trastevere Piazza Ippolito Nievo nell’area dell ex Stazione Trastevere di interesse della Ippolito Nievo Srl società del gruppo Statuto” si legge nell’ordinanza emessa dal GIP. Bardelli e De Vito, il primo sfruttando la conoscenza “con un pubblico ufficiale imprecisato” che non è stato ancora identificato, il secondo tramite la conoscenza personale con l’assessore all’Urbanistica Montuori (non indagato) si sono fatti promettere da Pittitto il pagamento di 20mila euro e di ulteriori 160mila euro in caso di conseguimento del risultato. Il denaro era da corrispondere “quale corrispettivo di incarico professionale conferito allo studio legale di Camillo Mezzacapo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *