Governo Conte-bis: i ministri hanno giurato

Notizie

Il premier Giuseppe Conte e i suoi ministri hanno giurato al Quirinale nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella leggendo la formula di rito e firmando nel Salone delle Feste del Quirinale.

Il primo a firmare davanti al presidente della Repubblica è stato il premier Conte seguito subito dal grillino D’Incà e dalla ministra Pisano. A seguire tutti gli altri.

La maggior parte i neoministri sono arrivati, quasi tutti, accompagnati dai rispettivi familiari. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri è arrivato da solo in taxi, Luigi Di Maio è entrato nel palazzo del Quirinale tenendo per mano la fidanzata.

La ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha scelto un sobrio tailleur scuro, Francesco Boccia con la moglie Nunzia De Girolamo e le due figlie. Teresa Bellanova con un abito blu elettrico, Nunzia Catalfo in tailleur chiaro. Durante la cerimonia, la stretta di mano calorosa tra Conte e Luigi Di Maio, con tanto di occhiolino da parte del premier.

Un passo conseguente – il giuramento di oggi – allo scioglimento delle riserva da parte del presidente incaricato di ieri e della presentazione della lista dei 21 ministri del 66esimo governo della Repubblica. Dunque il tradizionale scambio della campanella, consegnata a Conte, che subentra a se stesso, dal segretario generale di Palazzo Chigi  Roberto Chieppa alla presenza del sottosegretario uscente alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, leghista, e del nuovo sottosegretario, il grillino Riccardo Fraccaro. In giornata il primo Consiglio dei ministri che nomimerà il presidente dem Paolo Gentiloni come commissario italiano in Europa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *