Le strade della provincia di Chieti sono massacrate. Tavani:”Piani viabili nuovi tra due secoli”

Notizie

Il vice presidente della Provincia di Chieti, con delega ai Lavori Pubblici, non le manda a dire sul dissesto viario di competenza dell’ente. La situazione è drammatica se pensiamo che in alcune zone si è rischiata la chiusura di alcune strade per impraticabilità.

http://www.youtube.com/watch?v=71wr6Wvuh84&feature=youtu.be

Il vice presidente della Provincia di Chieti, con delega ai Lavori Pubblici, non le manda a dire sul dissesto viario di competenza dell’ente. La situazione è drammatica se pensiamo che in alcune zone si è rischiata la chiusura di alcune strade per impraticabilità. “Non abbiamo soldi” ha detto in maniera chiara e netta Tavani. “Con il personale e le risorse economiche a disposizione saremo in grado di rifare la segnaletica orizzontale fra 19 anni” ha aggiunto il delegato ai Lavori Pubblici. I fondi mancano, le Province dovrebbero essere spazzate via dalla riforma ma dei disagi dei cittadini nessuno parla. I fondi tolti alle Province per l’ordinario dove sono finiti? Per caso a Roma in qualche Fondazione o in qualche banca prossima al fallimento? Chissà. Fatto sta che delle sorti dei settemila chilometri di strade del territorio teatino a nessuno pare interessare. In realtà l’interesse c’è da parte delle Forze dell’Ordine sempre pronte a multare con velox e paletta gli automobilisti. E i sudditi continuano a dormire.

ZdO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *