L’operazione verità di Di Mattia ma i nomi dei lobbisti non vengono fuori

Notizie

L’ex sindaco di Montesilvano, in seguito alla caduta della sua giunta, ha messo in atto una campagna pubblicitaria in cui ha annunciato per settimane un’operazione verità. Ha parlato di poteri forti che lo hanno buttato giù per via delle sue scelte politiche. A fare nomi pero’ nemmeno a pensarci. 

L’ex sindaco di Montesilvano, in seguito alla caduta della sua giunta, ha messo in atto una campagna pubblicitaria in cui ha annunciato per settimane un’operazione verità. Ha parlato di poteri forti che lo hanno buttato giù per via delle sue scelte politiche. A fare nomi pero’ nemmeno a pensarci. 

Doveva essere la serata di liberazione per l’intero popolo montesilvanese ma così non è stato. Di Mattia, con tanto di slides, ha parlato di lobby, ha fatto analisi, ha creato dubbi. Ma di concreto nulla. “Sono corso, oltre che per farmi quattro risate, anche per sapere i nomi di tutti quelli che gli hanno impedito di continuare a governare”, ha detto Manuel Anelli del M5s, “ma siamo rimasti tutti a bocca asciutta”. 

Niente nomi e nessun documento rilevante insomma. Eppure Di Mattia un potere forte lo ha individuato: Zone d’Ombra.

ZdO il blog dei poteri deboli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *