MANIFESTAZIONE OMBRINA MARE: IN 40 MILA A PESCARA

Notizie

Uomini, donne e bambini hanno dato il loro contributo per una battaglia di civiltà e rispetto verso la nostra regione

È guerra di cifre sulla manifestazione di sabato scorso contro il progetto Ombrina mare. Secondo gli organizzatori, più che soddisfatti della riuscita, hanno partecipato oltre 40 mila persone; secondo la Prefettura poco meno di 10 mila. Ambientalisti, cittadini, politici, mondo produttivo della regione tutti contro l’imposizione dall’alto della strategia petrolifera. Migliaia di persone che lavorano e producono in Abruzzo e che, un eventuale progetto di queste dimensioni, colpirebbe al cuore i propri interessi economici e lavorativi. «La deriva petrolifera non solo minaccia il futuro dei cittadini abruzzesi, colpirebbe il loro presente», hanno detto i promotori a fine corteo, «in una regione che produceva già nel 2011 il 42% dell’energia elettrica da fonte rinnovabile». 

Ad aprire il corteo, lungo oltre 800 metri, c’erano Wwf e Legambiente con un lungo striscione: «no trivelle in Abruzzo, né in mare né sulla terra». 
Tantissimi i cartelli esposti dai manifestanti: «riprendiamoci il futuro», «basta col ricatto lavoro- salute», «ce l’abbiamo già la trivella d’Abruzzo» con foto della pornostar Rocco Siffredi annessa. E poi ancora «non vogliamo essere espropriati come gli indiani», «Medoil+ Clini+ Passera+ Chiodi =disastro ambientale», «le lobby inquinano la Regione complice», «no al petrolio sì ai trabocchi», «giù le mani dal mare, ora decidiamo noi», «Ombrina mai».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *