Bankitalia vs Carichieti: è commissariamento

Share

I commissari della banca centrale sono arrivati questa mattina per l'esecuzione del provvedimento. Non cala, quindi, l'attenzione sulle banche abruzzesi dopo il coinvolgimento anche di Banca Tercas e Carispaq.

Eppure i vertici del Cda, appena lunedì scorso, avevano rassicurato la stampa dicendo di essere certi di averla scampata. Invece il commissariamento è arrivato per l'accumulo di crediti non più esigibili  

Tra i primi a cadere sotto la mannaia di Bankitalia c'è il presidente della banca, Mario Falconio, che ha avuto un incontro con il direttore generale della cassa di risparmio. 

Riccardo Sora prende le redini dell'istituto in qualità di commissario straordinario. Con lui tre figure che fanno parte del comitato di sorveglianza: Paolo Benazzo, Maria Teresa Bianchi e Marco D'Alberti.

"Il Ministro delle Finanze" si legge nella nota diffusa da Carichieti "con decreto del 5 settembre 2014, ha disposto, su proposta della Banca d'Italia, lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e di controllo della Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti". La "sottoposizione" fa riferimento all'articolo 70, comma 1, lett. a) del Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, che parla di pesanti irregolarità amministrative. Lo scioglimento di tutti gli organi amministrativi e di controllo non precluderà, al momento, l'attività quotidiana della banca.

ZdO