Trovato morto in auto Guido Conti, il generale della Forestale che indagò su Bussi

Share

Da appena un mese l'uomo si era congedato dall'Arma per prestare servizio alla Total.

Guido Conti aveva 58 anni ed era originario di Sulmona. E' stato comandante del Corpo Forestale Abruzzo e recentemente del Corpo Forestale dell’Umbria.

Le sue tracce si erano perse questa mattina, appena allontanatosi dalla sua casa a bordo della Smart.Conti aveva con se le armi d’ordinanza. La sorella Silvia, comandante della Polizia Stradale di Pescara, aveva iniziato la ricerca già dal pomeriggio. Poi in serata il ritrovamento del corpo a bordo della sua auto alle porte di Pacentro.  

L'annuncio, a sorpresa, era arrivato l'11 ottobre di quest'anno: Conti diede la notizia dell'abbandono dell'Arma dei Carabinieri per accettare l'incarico alla Total, in Basilicata. 

"A decorrere dal 1 novembre - scrisse su Facebook - sarò capo della direzione ambiente e sicurezza in qualità di dirigente esecutivo, a tempo indeterminato, di una prestigiosa multinazionale estera nel campo delle produzioni energetiche".

Un inarico ricoperto fino a questa mattina alle 12 quando di lui si sono perse le tracce. Alle 21 il suo corp è stato trovato senza vita nei pressi di Pacentro.  

Tra le inchieste condotte da Conti quella della mega discarica di Bussi, della “Mare Monti” e quella sulla truffa alla Thyssenkrupp di Terni.