Strada dei Parchi: il ministero avvia l'ispezione a spese dei cittadini. Ma la competenza è di Toto

Share

 I tecnici, fa sapere il governo, sono già al lavoro per garantire la sicurezza e risposte sul da farsi in tempi brevi.

"Ho disposto una verifica eccezionale dello stato delle autostrade A24 e A25 da parte dell'ufficio ispettivo territoriale competente, che ha sede a Roma, che già in questo momento, in queste ore, sta svolgendo controlli in loco e che entro metà ottobre fornirà indicazioni ulteriori".

A dirlo è il ministro delle Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli rispondendo al Question Time alla Camera.

Nei giorni scorsi, come abbiamo riportato, un nuovo allarme è stato lanciato dalla Iene che, in un'inchiesta, hanno riportato le criticità strutturali dei viadotti A24 e A25. Autostrada che collega l'Abruzzo con il Lazio per 281 km gestita da Strada dei Parchi del gruppo Toto.

"Le questioni relative alla concessione dei tratti autostradali A24 e A25 - spiega Toninelli - rappresentano una delle più gravi eredità" ricevute dai Governi precedenti. "Questa attività di verifica in loco per legge spetta ai concessionari ma nonostante ciò ho disposto in via straordinaria delle ispezioni dirette su un campione significativo dei 339 viadotti dei tratti in questione", ha aggiunto il ministro, aggiungendo che "sulla base di queste ispezioni segnaleremo al concessionario Strada dei Parchi, azienda della Toto Holding, la necessità di effettuare verifiche strutturali complete".

Dunque, seppur la Toto Holding deve provvedere alla messa in sicurezza delle autostrade, lo Stato, di tasca propria e dunque dei contribuenti, mette mano al portafogli per effettuare le verifiche e i report sui tratti autostradali.

Non solo. Come ha spiegato chiaramente Toninelli i dati verranno passati a Strada dei Parchi per effettuare ulteriori verifiche. 

Al momento, comunque, una cosa è certa: l'attenzione sulle due autostrade è certa. Nei giorni scorsi sindaci e amministratori abruzzesi erano scesi in piazza per chiedere al ministero e alla concessionaria uno stop degli aumenti dei pedaggi. E, a quanto pare, lo stop è arrivato e gli automobilisti risparmieranno il 12,89%. La decisione, che era stata annunciata dalla società Strada dei Parchi, è stata confermata anche dal ministro Toninelli.  "Azzerati da oggi fino a fine anno gli aumenti 2017 dei pedaggi sulle autostrade A24 e A25. Un primo importante segno di attenzione a cittadini e imprese. Ora cambieremo i termini della concessione", ha scritto il ministro su Twitter.

Rimane da capire, però, perché il governo dà l'aiutino a Toto e poi chiede allo stesso Toto di fare i controlli. Qualcosa non quadra.