Perché la Regione Abruzzo non sgombera gli abusivi del “Ferro di cavallo” di Pescara?

Notizie

L’ennesima brutta figura per Pescara, e l’Abruzzo in generale, si è spiaccicata, ancora una volta, sull’indifferenza dei politici. Come se niente fosse. Un problema, quello del quartiere Rancitelli, che si protrae da anni nonostante destra, sinistra e centro continuino a cianciare risoluzioni imminenti.

In realtà, la volontà di sgomberare gli abusivi dai ghetti non c’è. e forse non c’è mai stata. Si sa, i voti sono importanti e anche il voto di certa gentaglia può far comodo. A tutti.

“Al Ferro di cavallo, a Rancitelli, ogni giorno ci sono risse, lotte tra bande, aggressioni, spaccio” spiega Domenico Pettinari, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, che da decenni denuncia la vicenda. “Le case popolari continuano ad essere occupate anche da gente abusiva o che guadagna cifre enormi con l’illegalità, mentre paga 15 euro di affitto. Invece ci sono tanti cittadini onesti che da due anni, dopo la dichiarata inagibilità dei palazzi Ater di via Lago di Borgiano, continuano a vivere in albergo. Chiedo che venga l’esercito a far rispettare la legge, a sgomberare le case occupate abusivamente e a presidiare il territorio contro criminali, trafficanti e spacciatori”. 

E, infatti, i palazzi, a seguito di verifiche di staticità eseguite nel 2017 su commissione dell’Ater, proprietaria dei tre fabbricati, fu accertato il rischio collasso tale da determinare l’emissione di un’ordinanza di evacuazione firmata dell’allora sindaco Alessandrini. Entro 48 ore 85 famiglie dovettero abbandonare le case. Oggi, dopo due anni e mezzo da quello sgombero, i tre palazzoni sono ancora al loro posto, in piedi, senza che nulla sia cambiato. Il motivo? L’Ater non ha 800mila euro per procedere all’abbattimento.

E se ci sono abusivi a Rancitelli perché non vengono sgomberati per sistemare le famiglie che da oltre due anni vivono in albergo?

A riaccendere le luci sul ferro di cavallo è Vittorio Brumotti, aggredito mentre stava documentando lo spaccio di droga in due palazzoni adiacenti. Pusher che, tranquillamente, vendono le sostanze stupefacenti all’interno di appartamenti.

Brumotti aggredito a Rancitelli: il quartiere criminale di Pescara dove comandano i rom

Durante le riprese, Brumotti ha filmato l’arrivo delle forze dell’ordine. “Noi vogliamo riappropriarci di questo luogo che sembra dimenticato, regalando un po’ di show” ha detto Brumotti. La situazione si è scaldata quando si sono radunati alcuni residenti che hanno aggredito la troupe.

Ancora una volta a pagare le conseguenze sono, prima di tutto, i residenti onesti. Nella completa indifferenza della politica titolare della case Ater.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *