Pescara, extracomunitario preso a calci e abbandonato su una panchina

Notizie

L’uomo, “in evidente stato di alterazione psicofisica”, era riverso su una panchina della stazione centrale di Pescara.

“L’uomo che vedete steso sulla panchina era a terra, privo di conoscenza, da 20 minuti fra una decina di immigrati, da loro deriso fra sputi e qualche calcio”. A riferirlo è Marco Forconi, consigliere al Comune di Montesilvano. “Con un po’ di fatica, sono riuscito ad allontanare gli imbecilli che lo avevano accerchiato ed è stato quindi possibile prelevarlo dalla Misericordia, con ulteriore intervento della polizia. Da solo, come al solito.”



“Sono operativi con lo spaccio dalle 9 di questa mattina…” commentano alcuni cittadini riferendosi alla situazione della stazione di Pescara. “Il nuovo centro dello spaccio il parco Florida in mezzo ai bambini”. “Ormai io ci ho fatto l’abitudine a vederli in pronto soccorso” commenta un altro cittadino.  

La questione è drammatica da diversi anni ormai. E tutto procede in un totale menefreghismo delle istituzioni.

Chissà se esiste una polizia locale a Pescara in grado di fare il proprio dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *