Procura sequestra conti di Majella&Morrone. Evasione per 150mila euro

Notizie

La procura di Pescara ha aperto un’indagine per capire cosa sta accadendo dentro l’azienda. 

La questione è nota: oltre 60 dipendenti attendono da 7 mesi il pagamento degli stipendi per un totale di tre milioni di euro. Della vicenda ci siamo occupati qualche settimana fa chiedendoci che senso avesse ancora tenere in vita un carrozzone del genere.

La Comunità montana Majella e Morrone, ora in liquidazione, in passato ha accumulato somme non pagate nei confronti di Equitalia, Inps e Inail e che ora sono passate sulle spalle dell’azienda omonima. Come riferisce Il Centro da 15 giorni il pm Barbara Del Bono ha disposto il sequestro preventivo dei movimenti bancari per Iva non pagata nel 2011. L’operazione è stata eseguita dalla Guardia di finanza che ha trovato 60mila euro e risulta indagato anche un ex componente del consiglio d’amministrazione per omesso versamento dell’Iva. Pare che l’azienda abbia già chiesto il dissequestro perché la somma da versare è già stata pagata in parte a Equitalia tramite rateizzazione. “C’è stato un difetto di comunicazione tra Equitalia e procura” ha dichiarato l’amministratore unico Oscar Pezzi sempre al quotidiano abruzzese.

Se così fosse sarebbe molto grave.

ZdO 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *