Rai, la Corte Europea non si è mai pronunciata sulla legittimità del canone

Notizie

 

La rete, per il suo alto profilo democratico, a volte si trasforma, per colpa di pochi, in veicolo di false notizie. Internet, però, rappresenta il riscatto per milioni di persone per decenni costretti a subire abusi e ingerenze di poteri forti senza mai poter proferir parola.  

La rete, per il suo alto profilo democratico, a volte si trasforma, per colpa di pochi, in veicolo di false notizie. Internet, però, rappresenta il riscatto per milioni di persone per decenni costretti a subire abusi e ingerenze di poteri forti senza mai poter proferir parola. Internet va pure capita, interpretata. Se qualcuno crede alla notizia secondo la quale:”la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo nella sentenza del 30 Dicembre 2013 ha affermato il principio per cui il canone RAI è illegittimo in quanto non attiene alla materia fiscale, nocciolo duro della supremazia del potere pubblico, essendo dominante il carattere pubblico tra il contribuente e il resto della comunità”. O ancora che:”L’Alta Corte si è pronunciata in questo modo, dichiarando inammissibile e manifestamente infondato il ricorso presentato dal Governo Italiano che ha imposto di pagare il canone Rai ad un cittadino” diciamo, allora, che i creduloni meritano di essere presi in giro e raggirati. L’articolo, abbondantemente diffuso in rete persino da ‘Libero’ che ha provveduto a rimuovere successivamente la pagina, specifica che:”I giudici dell’ Alta Corte Europea hanno sostenuto che le Autorità Italiane hanno perseguito uno scopo illegittimo, obbligando i cittadini all’abbonamento del canone, compromettendo la libertà di informazione”. La cosa vera, invece, è che Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai, ha “ricevuto dalla commissione delle petizioni del Parlamento Europeo (presieduta da Erminia Mazzoni, Pdl) l’invito come Presidente della Vigilanza Rai per un’audizione pubblica a Bruxelles il 19 marzo. Motivo? Discutere di alcuni aspetti del servizio pubblico televisivo Rai considerati critici dagli eurodeputati. La commissione delle Petizioni si è occupata nei mesi scorsi dell’iniziativa dell’eurodeputata della Lega Nord Mara Bizzotto (14 mila firme per chiedere l’abolizione del canone) e sull’onda della discussione ha deciso di approfondire alcuni temi”. Ci chiediamo: esiste qualche autorità che possa intervenire su questi imbecilli?

ZdO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *