Rapino: un 25 aprile tra cibo e cultura

Zone di Speranza

Sabato 25 Aprile ritorna una delle iniziative culturali più attese e coinvolgenti del Comune di Rapino: “Primaveranda”, la Fiera dei prodotti tipici del Parco Nazionale della Majella. 

“Questa fiera rappresenta una vetrina molto importante – spiega il sindaco di Rapino, Rocco Micucci, – non solo per i produttori locali che, per un’intera giornata, offrono  un variegato ventaglio di prodotti gastronomici e di artigianato artistico, ma anche per i Comuni che promuovono le proprie valenze culturali e storiche, i servizi e ogni quant’altro li caratterizzi”

La manifestazione, da sempre importante momento di aggregazione per le famiglie, i cittadini, per gli operatori del commercio e il tessuto produttivo locale si pone anche l’obiettivo di creare una rete di rapporti tra i diversi soggetti che vi partecipano, affinché si favorisca una conoscenza ad ampio raggio e si crei una identità comune tra gli appartenenti ad un territorio, nella fattispecie quello del Parco della Majella, così ricco di storia e cultura. 

{youtube}http://www.youtube.com/watch?v=Kkt15u8WMek&feature=youtu.be{/youtube}

Come negli anni precedenti, anche quest’anno la fiera sarà caratterizzato da un ricco programma con un susseguirsi di appuntamenti dalle 9 alle 19. Gli stand espositivi offriranno una panoramica sui più svariati prodotti gastronomici ed artigianali del territorio.

La grande novità di quest’anno sarà il Festival degli Aquiloni, che darà l’opportunità di avvicinarsi al mondo dell’aquilonismo attraverso specifici laboratori di costruzione degli aquiloni, insegnamento di tecniche di guida, e voli degli aquiloni acrobatici. 

Altro importante appuntamento nell’ambito della manifestazione sarà l’inaugurazione dell’area camper situata nei pressi della Biblioteca comunale. Area attrezzata con ogni servizio utile ai camperisti.

A seguito dello straordinario interesse riscontrato in precedenti manifestazioni, anche quest’anno verrà riproposto l’“Itinerario nei gusti della Majella Orientale”, a cura dell’Associazione GAL Maiella Verde: la degustazione guidata di prodotti del territorio, alla scoperta dei sapori tradizionali dei nostri borghi. 

I visitatori che vorranno sostare a Rapino avranno l’opportunità di pranzare nei ristoranti del posto approfittando dei menù turistici creati per l’occasione, assaggiando deliziose pietanze preparate secondo le più tradizionali ricette locali. “Come sempre, l’iniziativa è mirata alla salvaguardia delle tradizioni e alla promozione delle peculiarità dei territori del Parco” precisa Micucci “Dopo il grande successo degli anni passati che ha visto una partecipazione molto elevata di visitatori, e dopo uno stop forzato di quattro anni, ci auspichiamo che questa iniziativa riprenda piede e continui a crescere negli anni, per diventare punto di incontro annuale per i territori del Parco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *