Reddito di cittadinanza per tutti: brigatisti, ladri e assassini

Notizie

Chi beneficia del reddito di cittadinanza? Anche, purtroppo, ex brigatisti, ladri e assassini. Eppure, tra i requisiti necessari per beneficiare della misura del Movimento 5 Stelle, bisogna non essere in attesa di giudizio o sottoposti a “misura cautelare personale“.

Federica Saraceni, però, attualmente agli arresti domiciliari percepirebbe regolarmente 623 euro al mese. E chi è Federica Saraceni? Una cittadina italiana condannata a 21 anni e 6 mesi per l’omicidio del giuslavorista Massimo D’Antona. La donna, romana e con due figli, è ai domiciliari e vive sotto la soglia di povertà: per questo, da agosto, percepisce un assegno di 623 euro al mese. Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, da parte sua fa sapere che “stiamo verificando. I requisiti reddituali, patrimoniali e occupazionali, che competono all’Inps, ci sono”. Per il numero un dell’Istituto, in ogni caso, “la norma prevede che se la persona ha ricevuto una condanna nei dieci anni precedenti c’è il blocco. Lei l’ha ricevuta 12 anni fa. Basta leggere la legge”.




L’Inps, però, sta verificando anche i requisiti per l’ottenimento del Reddito di cittadinanza degli ex brigatisti Massimiliano Gaeta e Raimondo Etro. “È oggetto di verifica da parte dei competenti uffici del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministero della Giustizia e l’Inps, al fine di accertare l’eventuale presenza di anomalie” spiegano fonti del Ministero del Lavoro.

Massimiliano Gaeta, arrestato nell’operazione “Tramonto”, era uno degli esponenti del Partito comunista politico militare, considerata un’organizzazione terroristica. Il 44enne foggiano è stato condannato a 5 anni e 3 mesi: nello specifico 4 anni per aver partecipato alla banda armata. Gaeta percepirebbe 500 euro al mese.

Raimondo Etro, condannato per concorso nel sequestro di Aldo Moro e per l’omicidio del giudice Riccardo Palma a 20 anni e 6 mesi. Etro ad aprile sul proprio profilo Facebook aveva risposto alle critiche sul fatto che l’Inps gli avesse accettato la richiesta del reddito di cittadinanza: “Cosa dovrei fare visto che non ho altri mezzi di sostentamento?“. Il brigatista ce l’ha con tutti, anche con Greta Thunberg: “Ma vaff****** a te, a tutti quelli che ti sfruttano e a quelli che credono agli asini che volano“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *