Rientrato l’allarme dello sversamento di greggio in mare

Notizie
 
L’allarme scattato questa notte è rientrato poco fa
Una grande chiazza di idrocarburi (greggio) è stata individuata al largo di Termoli la scorsa notte all’interno del campo di estrazione “Rospo Mare” al largo delle coste molisane. Sul posto sono arrivati mezzi antinquinamento con un rimorchiatore e due motovedette. Le apparecchiature stanno separando le componenti oleose dall’acqua marina. Sono intervenuti successivamente, anche i sommozzatori della Guardia Costiera per cercare di individuare il punto dello sversamento. Il campo petrolifero offshore di Rospo Mare si trova a 12 miglia dal porto di Termoli. Dal 1982 ad oggi ha estratto 92 milioni di barili di olio. 

La Edison aveva indicato una fuoriuscita di circa 1000 litri, molto piccola secondo l’azienda. Circa un’ora fa le chiazze sono sparite ha riferito il capitano di vascello, Luciano Pozzolano, direttore marittimo dell’Abruzzo e del Molise della Direzione Marittima Guardia Costiera. Rientrato quindi l’allarme secondo Pozzolano, e la chiazza in superficie sembra essersi formata per naturale evaporazione dei fumi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *