Roberto Di Santo si fa vivo a Rete 8

Notizie

Il “bombarolo” recapita due videomessaggi all’emittente abruzzese

«Alza il tiro Roberto di Santo e sceglie la nostra emittente per farci recapitare prima un dvd a noi indirizzato, che ci è stato portato personalmente intorno alle 14.30 dalla sorella di Roberto; ma il fatto più inquietante accade più tardi, poco fa, quando una bicicletta passa davanti la nostra sede centrale di Chieti Scalo e vicino ad un cassonetto della spazzatura viene lasciato da un complice o forse da lui stesso (abbiamo, e lo stiamo visionando,  un fotogramma, seppure da lontano, di chi era a bordo della bicicletta in cui si intravede il volto molto somigliante a quello di Di Santo che forse però potrebbe essersi rasato) un secondo dvd anch’esso indirizzato alla nostra redazione giornalistica». Queste sono le dichiarazioni diffuse dalla redazione di rete 8 in seguito al ricevimento dei due dvd fatti recapitare alla sede di Chieti scalo da Di Santo. «Carabinieri di Chieti e Pescara , da noi immediatamente chiamati, hanno sequestrato i due dvd, ascoltato la sorella di Di Santo ed è quindi scattata la caccia all’uomo nella zona di Chieti Scalo dove abbiamo la nostra sede e dove i nuovi videomessaggi sono stati recapitati a distanza di un’ora l’uno dall’altro» continua la nota dell’emittente. La sorella di Di Santo approfitta dei microfoni della rete per fare un appello al fratello:«Non fare altre stranezze, non farci stare più in tensione». Secondo i giornalisti, osservando con più calma e attenzione il fotogramma,  sembra davvero Roberto Di Santo senza barba e con capelli decisamente più corti andare via in bicicletta e salutare.

 

ROBERTO DI SANTO UNA MENTE LUCIDA 

Il 58enne di Roccamontepiano (Chieti) che la scorsa settimana ha piazzato un ordigno incendiario a Cepagatti (Pescara) e ha dato fuoco alla sua auto davanti al Tribunale di Chieti, ha fatto recapitare oggi due videomessaggi alla sede dell’emittente televisiva Rete 8, a Chieti scalo. Si tratta di un videomessaggio di Roberto Di Santo rivolto proprio a Rete 8 in cui l’uomo chiede giustizia e lascia intendere che non si costituira’, contrariamente a quanto affermava in un primo videomessaggio lasciato davanti alla costruzione di Cepagatti la settimana scorsa. Il secondo videomessaggio, che sarebbe stato consegnato nella sede della tv proprio da Di Santo, farebbe riferimento alle trasmissioni di Rete 8 in cui si e’ parlato di lui, con una serie di commenti. I videomessaggi sono stati gia’ acquisiti dai carabinieri. Alle 16.30 e’ prevista una edizione straordinaria sul canale 112.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *