Stamina, Stefano Moretti all’attacco:”Denuncio la Lorenzin per omissione d’atti d’ufficio”

Notizie

Il presidente dell’Osservatorio Antimafia Abruzzo si dice indignato dall’indifferenza che la politica mostra sul metodo ‘Stamina’ del professor Davide Vannoni. “I bambini ottengono risultati e la politica fa finta di nulla” osserva Moretti. Ora partiranno denunce verso questi corresponsabili delle morti bianche.

Il presidente dell’Osservatorio Antimafia Abruzzo si dice indignato dall’indifferenza che la politica mostra sul metodo ‘Stamina’ del professor Davide Vannoni. “I bambini ottengono risultati e la politica fa finta di nulla” osserva Moretti. Ora partiranno denunce verso questi corresponsabili delle morti.

Parrebbe siano in corso indagini ma Moretti non si sbilancia nella risposta:«Questa è una terapia salva vita, ci sono stati casi in cui i bambini sono stati salvati –  aggiunge Moretti parlando del metodo Vannoni e, prosegue, – sto preparando una denuncia perché i nostro politici, prima di essere senatori e deputati, sono pubblici ufficiali che devono prendere decisioni rispetto ad una mia diffida». Moretti riferisce di un documento inviato in estate, il 29 luglio 2013, in cui invitava alcuni senatori, tra cui Vito Crimi del M5S, a:«attivarsi immediatamente affinché tutte queste numerosissime testimonianze vengano raccolte nel più breve tempo possibile ammonendoli che in caso contrario si renderanno moralmente responsabili, insieme a tutti coloro che stanno sorvolando appellandosi a processi burocratici troppo lenti e farraginosi per gente che non ha tempo, di eventuali decessi che sicuramente si verificheranno in quanto le persone in lista d’attesa per eseguire il trattamento sono migliaia ed altrettante sono quelle che non hanno ancora ottenuto un si dai giudici italiani adesso rivestiti anche del potere di decidere sulla vita e sulla morte di una persona ed alla luce del fatto che gli Spedali Civili di Brescia sono in grado di trattare solo 8/9 pazienti mese ed andrebbero affiancati da altra struttura».

Moretti è un fiume in piena e, allarmato da questa situazione, invita la Lorenzin a non perdere tempo nel nominare Commissioni perché non c’è tempo. «Bisogna agire e permettere di usufruire di queste terapie a tutti. I politici stanno facendo orecchie da mercante perché ci sono in interessi privati e omissione d’atti pubblici» accusa. E rincara la dose:«la magistratura deve mettere in galera tutti quelli che stanno ostacolando questa terapia. Ci sono persone che prendono decine di migliaia di euro di contributi pubblici e hanno paura che il metodo ‘Stamina’ prenda il sopravvento, come sarebbe giusto che sia, e loro perdano soldi e finanziamenti». Poi l’attacco duro:«Abbiamo mafiosi, camorristi che, con la complicità dei politici e con il silenzio del Capo dello Stato, hanno riempito di rifiuti la Campania e parte del basso Lazio. Le parole non sono mie – precisa Moretti – ma di Francesco Schiavone (Boss dei Casalesi ndr). Per Moretti:«sta accadendo la stessa cosa col metodo ‘Stamina’. Hanno distrutto la Campania, hanno distrutto il Lazio, hanno distrutto Taranto e ora vogliono far morire i malati di SMA nonostante abbiano una terapia tra le mani che funziona». 

Il senatore Maurizio Romani, vicepresidente della 12° Commissione Permanente Igiene e Sanità non ha mai risposto alla diffida. 

Il senatore Fucksia Serenella, Segretaria della 12° Commissione Permanente Igiene e Sanità non ha mai risposto alla diffida. 

Il senatore Simeoni Ivana, Membro della 12° Commissione Permanente Igiene e Sanità non ha mai risposto alla diffida. 

Il senatore Taverna Paola, Membro della 12° Commissione Permanente Igiene e Sanità non ha mai risposto alla diffida. 

Il senatore Gianluca Castaldi eletto a Vasto nel M5S è stato l’unico a rispondere dicendo di non poter intervenire in nessun modo.

Il senatore Vito Crimi del M5S non ha mai risposto alla diffida. 

Chi può dare la sveglia a questa gente? Solo la magistratura?

di Antonio Del Furbo 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *