“Nel Csm si fa carriera con metodo mafioso” 

Qualche giorno fa Nino Di Matteo aveva parlato di “Tarlo” nella magistratura. Oggi, il giudice, torna a dare la stoccata finale al Csm: “L’appartenenza a correnti o a cordate è diventata l’unica possibilità di sviluppo di carriera e di tutela nei momenti difficili che il nostro lavoro ci presenta, e questo è un criterio molto […]

Continue Reading