Gianluca Bardelli ai domiciliari: l’influencer grillino accusato di traffico di influenze

Nell’ambito del filone d’inchiesta che ha portato all’arresto di Marcello De Vito con l’accusa di corruzione e traffico di influenze, è stato posto agli arresti domiciliari anche Gianluca Bardelli, giornalista, influencer e social media popularizer. Bardelli è attivista storico del M5S ed è accusato di traffico di influenze illecite assieme a De Vito, all’avvocato Camillo Mezzacapo e all’architetto del gruppo Statuto Fortunato […]

Continue Reading

Arrestato Marcello De Vito, presidente M5s del Consiglio comunale di Roma: “Corruzione su stadio”

È finito in carcere anche l’avvocato Camillo Mezzacapo. Sono 11 gli indagati, anche gli imprenditori Toti e Statuto. Nel mirino la costruzione di un albergo e la riqualificazione degli ex Mercati generali di Ostiense: per i due lavori sarebbe stata pagata una tangente di 136mila euro. I favori e i soldi servivano per “oliare” i provvedimenti amministrativi sulla costruzione dello […]

Continue Reading

Cari abruzzesi ridate 700mila di euro a Beppe Grillo. E poi mandatelo a quel paese

Evidentemente negli ambienti a 5 stelle c’è molto nervosismo in questi giorni. Un po’ per i temi governativi che sono sempre più spostati sull’asse leghista, un po’ per la batosta delle elezioni abruzzesi. Dopo minacce, insulti e torpiloqui di alcuni attivisti nei confronti del popolo abruzzese che, vogliamo ricordarlo, in maniera onesta e democratica ha […]

Continue Reading
fondidibarilecrimi.jpg

Finanziamenti all’editoria: il M5s fa marcia indietro e conferma 180mln di euro a giornali, radio e tv

Ancora soldi a fiumi per i quotidiani. L’abolizione del finanziamento all’editoria dovrà aspettare ancora: l’emendamento 59.08, che era stato presentato dal deputato siciliano M5S Adriano Varrica, è stato ritirato in Commissione Bilancio.

Continue Reading

La politica, ancora una volta, nomina i propri simpatizzanti in Rai. Ecco a voi Marcello Foa

Dunque, nulla di nuovo sul fronte della più grande azienda pubblica radiotelevisiva italiana. Come accaduto in passato, anche in questa legislatura, il governo giallo-verde ha deciso di entrare a gamba tesa in Rai e nominare i propri uomini per il controllo dell’informazione.

Continue Reading

Quando il M5S giudicava l’Ordine dei giornalisti “fascista”. E ora recluta giornalisti iscritti a quell’Ordine

La rivoluzione, quella rappresentata dal cittadino che avrebbe dovuto aprire il Parlamento come una scatoletta, pare possa aspettare. Ora, il Movimento, molto più di governo che di lotta, cerca compagni di viaggio direttamente in quel “sistema” che ha combattutto fino a poco tempo fa. di Antonio Del Furbo

Continue Reading