Terremoto: a Teramo colonne di auto in fuga. Presidente Provincia:”Aiutateci”

Notizie

Appello accorato del Presidente della Provincia di Teramo, Renzo Di Sabatino. “Abbiamo subito tre scosse di terremoto in poco fa, la situazione è di totale emergenza in questa provincia”.

“Ci sono centri isolati a casua della neve che si è abbattuta e rispetto alla quale noi non riusciamo ad arrivare con i mezzi nostri. Non riusciamo a capire se e quanti danni ci sono. Ci sono paesi senza energia da più di 48 ore”.

{youtube}https://www.youtube.com/watch?v=26RH3F5fm0s&feature=youtu.be{/youtube}

E proprio sul Social i residenti rispondono a Di Sabatino.

“Aiuto!!!!Bisenti ed Arsita in emergenza totale!”.

COMUNICAZIONE URGENTE per favore fate che ci si prenda cura delle persone con disabilità gravi collegati a respiratori artificiali….(distrofie muscolari) allertate i Centri Operativi comunali di protezione civile che prendano atto delle situazioni.Queste persone stanno rischiando la vita…servono generatori di corrente , se non ne dispongono, e approvvigionamento di di carburante che alimenti lo stesso generatore….Come Presidente U.I.L.D.M(Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) Sezione di Teramo faccio questo appello a chi può collaborare.Aiutiamo chi è prigionieri delll’immobilità.”

Serve aiuto, per favore, anche a Ioanella, frazione di Torricella Sicura (TE), ci sono famiglie isolate, la strada di accesso è chiusa da circa 2 metri di neve e ci sono blocchi di neve pericolanti sui tetti. Manca ancora la corrente elettrica.”

“Presidente della Provincia mi rivolgo a lei, qui a Villa Pavone siamo isolati, senza energia elettrica e oggi si è aggiunto anche il terremoto. Le chiedo di sollecitare la nostra situazione per favore. La ringrazio in anticipo per ciò che vorrà fare!”

“Santo Stefano di Torricella Sicura completamente bloccato!!!!! Non si riesce ad uscire di casa. Manca corrente. Persone anziane a casa. Scosse di terremoto. AIUTO!!!!”.

 Intanto, si sarebbero creati incolonnamenti di auto per uscire da Teramo appena dopo le forti scosse. Gli automobilisti stanno raggiungendo la costa. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *