Terremoto in Molise: scossa del 4.1

Notizie

Il terremoto di magnitudo (ML) 4.1 è avvenuto alle 12:40 ad una profondità stimata di 18 km. I comuni più vicini all’epicentro sono Bonefro, San Giuliano di Puglia e altri.

Il sisma è localizzato nella zona della sequenza sismica del 2002, descritta a questo link. È stato registrato finora(13:10)  soltanto un aftershock di magnitudo 2.0, nella stessa area, alle 12:45. Il terremoto è stato avvertito in Molise, Puglia, Campania e Abruzzo.

Proprio in questi giorni ricorrono i dieci anni dal terremoto di San Giuliano di Puglia (CB), un sisma in cui persero la vita 27 bambini e una insegnante nella scuola Francesco Jovine.

Alle 11:32 del 31 ottobre 2002, la scossa venne avvertita in una vasta area dell’Italia centro-meridionale, provocando danni ingenti nell’area compresa fra i Frentani, il Sannio e la Capitanata, nelle province di Campobasso e di Foggia. La notte precedente ci furono tre terremoti di magnitudo maggiore di 2.0: alle ore 01:25, ML2.6, alle ore 03:27, ML 3.3 e alle ore 07:15, ML2.4 (fonte Ingv).

Il 1 novembre avvenne un altro terremoto di magnitudo Mw5.7 che colpì la stessa area. L’Ingv parla di una sequenza di eventi incredibili: “più di 1900 eventi di magnitudo ML compresa tra 2.0 e 4.2, distribuiti prevalentemente in un’area estesa 15 km, che individuarono un sistema di faglie orientate in direzione est-ovest. Il terremoto del 31 ottobre attivò il segmento orientale del sistema di faglie e quello del 1 novembre il segmento occidentale”.

Gli effetti massimi prodotti dalla sequenza sismica furono quelli riscontrati nella località di San Giuliano di Puglia: oltre alla presenza di diversi crolli parziali di edifici in muratura nella fascia centrale del paese, si verificarono alcuni crolli totali e un danneggiamento grave pressoché generalizzato.

La maggior parte delle località che subirono danni NON erano classificate dal punto di vista sismico, come evidenziato dalla figura e dalla tabella sottostante

 

ZdO 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *