TV/LE IENE CONTRO I DEPURATORI D’ACQUA MA PUBBLICIZZANO LE ACQUE MINERALI

Notizie

Le “Iene” mandano in onda un servizio sui depuratori dell’acqua e ne parlano in maniera parziale. Risultato: molte aziende non riescono, da oggi, a concludere affari. Vera informazione o interessi nascosti?

Nel paese Italia dove tutti sono comici, giornalisti, show man e mafiosi è sempre bene essere pronti a non stupirsi mai di niente. La moda del momento è la cosiddetta controinformazione fatta da tutti: nani, ballerine, show-woman, comici ma tranne che da giornalisti. Questo però è un altro discorso. 

IL SERVIZIO DELLE IENE

Ieri sera la trasmissione ha confezionato un servizio di dubbia parzialità che prende di mira i “cacciaballe” dell’osmosi inversa. In sintesi gli autori del video hanno tenuto a dimostrare che in realtà i depuratori d’acqua per famiglie non servono a nulla e, anzi, tendono, se usati per lunghi periodi, ad essere nocivi per la salute. Il servizio racconta, con telecamere nascoste, la storia di alcuni complici delle Iene quando hanno chiamato due ditte di depuratori di acqua. I rappresentanti dell’azienda si sono soffermati sulla dimostrazione della prova dell’elettrolisi che è un processo che consiste nello svolgimento di trasformazioni chimiche grazie all’apporto di energia elettrica; si ha quindi la conversione dell’energia elettrica in energia chimica. Prendendo due bicchieri, uno con acqua del rubinetto e l’altro con acqua depurata, i due venditori hanno “dimostrato” che quest’ultima rimaneva perfettamente pulita. L’esperimento ovviamente induceva i clienti ad accettare il contratto della ditta per un semplice e ingenua equazione: acqua pulita, acqua buona. In realtà però le cose non stanno così. Infatti il servizio spiega alla fine che la colorazione marrone dell’elettrolisi è dovuta dalla presenza di sali minerali che a contatto con l’elettricità diventa rame.

SECONDO L’INCHIESTA DELLE IENE IL DEPURATORE È INUTILE

Dal documento trasmesso ieri dal programma di Italia uno viene fuori una certezza: i depuratori dell’acqua sono inutili. A dire il vero, secondo il servizio, risultano utili in situazioni di forte inquinamento idrico. Dalle informazioni che abbiamo invece pare che le cose non stiano esattamente così. 

UNA SOCIETA’ CHE VENDE DEPURATORI RACCONTA LA SUA VERSIONE

Secondo la società Water Technology, il servizio è contestabile in quanto dicono che:«i depuratori d’acqua sono inutili e ipotizzano truffa. Non è così». La responsabile aziendale continua:«Se fosse vero che non servono per l’acqua potabile non si spiegherebbe come mai in Italia oltre 1000 sono le “casette dell’acqua” con sistemi di microfiltrazione poste dagli enti acquedottistici per promuovere l’uso dell’acqua». A quel punto ci chiediamo quali siano le differenze tra acque in bottiglia e acqua trattata dai depuratori. «I depuratori ad osmosi inversa producono acqua oligominerale, al pari delle migliori acque in bottiglia in commercio (esempio Sant’Anna con sodio 0.9 mg/litro). Quindi, ad esempio, la vera utilità nello scegliere un’acqua oligominerale povera di sodio piuttosto che una che ne è ricca, sta nell’evitare la ritenzione idrica, che causa solitamente gonfiore diffuso, adiposità localizzate e patologie a carico dei reni». L’imprenditrice continua:«Il tema della necessità o meno di dotarsi di un impianto ad osmosi non può risolversi adducendo al fatto che improvvisati del settore “depurazione acqua per uso domestico” usino tecniche truffaldine per proporre impianti ad osmosi forzando la vendita con argomentazioni fantasiose. Il servizio delle Iene è stato realizzato sulla base di aziende che adottano “trucchi da circo” adoperando l’elettrolisi, e da queste ultime ci discostiamo ampiamente. Installare un depuratore d’acqua ad osmosi inversa può essere una scelta legata al tema di “bere leggero”, e questo fa parte delle nostre libertà di cittadini. I trattamenti dell’acqua domestica per bere sano e piacevole sono regolamentati dal DM 25 del 2012». 

LE IENE FANNO PUBBLICITA’ ALLE ACQUE MINERALI

Interessante notare che sul sito delle Iene è presente la pubblicità di “Brio blu” di acqua Rocchetta. Vuoi vedere che tutto questo casino era per promuovere le acque minerali sponsor del programma?

di Acqua Sporca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *