Vasto (Ch): in manette altre sette persone tutti appartenenti alla famiglia Bevilacqua. Carabinieri e giornalisti non fanno nomi

Notizie

L’operazione antidroga, l’ennesima, è scattata questa mattina a Vasto: i carabinieri hanno arrestato sette componenti della nota famiglia rom dei Bevilacqua per detenzione e spaccio di stupefacenti.

Il blitz è scattato all’alba nella periferia nord di Vasto, in via Nicola Galante località Incoronata. I provvedimenti restrittivi nei confronti degli arrestati sono stati emessi dal Giudice per le indagini preliminari, Caterina Salusti, su richiesta del pubblico ministero Giancarlo Ciani che ha coordinato le indagini svolte dagli uomini dell’Arma.

GLI ARRESTATI

Con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, sono finiti in carcere sette persone: Rosa De Rosa, 59 anni, Vincenzina Bevilacqua, 31 anni, Margherita Bevilacqua, 26 anni, tutte con precedenti penali. Per gli altri, poiché incensurate, i carabinieri hanno fornito solo le iniziali. C.A., 26 anni, B.M., 30 anni, D.B.P., 44 anni, D.P.N., 23 anni. Per tutti l’accusa è di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.I responsabili avrebbero messo in piedi una proficua rete di spaccio di cocaina, eroina e hashish. Gli introiti mensili fruttava agli arrestati un introito di circa 10mila euro.

 LE INDAGINI

Le indagini, iniziate nel luglio 2013, sono state eseguite con l’ausilio di intercettazioni ambientali che hanno permesso di filmare e ricostruire nel dettaglio le modalità con cui veniva venduta la droga. L’acquisto dello stupefacente era possibile solo su ordinazione ed avveniva in un’abitazione di Vasto dove risiedevano gli arrestati e all’interno della quale si poteva accedere mediante segnali convenzionali. Con il passare dei mesi gli investigatori hanno potuto osservare come gli abitanti della casa, malgrado non avessero un impiego stabile, grazie ai proventi della vendita di cocaina, eroina ed hashish, che avveniva a tutte le ore del giorno e della notte, sono stati in grado di affrontare spese considerevoli per la ristrutturazione, interna ed esterna, della loro abitazione, dimostrando quindi una disponibilità di denaro difficilmente giustificabile. Nel corso dell’attività gli uomini dell’Arma hanno arrestato 2 degli indagati per detenzione di sostanze stupefacenti e sequestrato 4 autovetture utilizzate dai malviventi per svolgere la loro illecita attività. Come assuntori alla prefettura sono state segnalate 30 persone e recuperati oltre 500 grammi di sostanza stupefacente.

Quella di stamane è l’ennesima operazione condotta ai danni dei criminali della droga. Vasto, che è sempre più crocevia di traffici illeciti grazie all’appoggio di  alcune famiglie rom, ha subito, con quella di oggi,  tre maxi operazioni che hanno condotto in carcere quasi 100 persone. 

Criminali dello spaccio a cui la stampa pare riservi un trattamento di favore non diffondendo nomi e cognomi.

ZdO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *