Ville di lusso, macchinoni e palme californiane. Benvenuti nella villa rom occupata abusivamente

Notizie

L’impressione a primo impatto è quella di un villaggio vacanze e, invece, si tratta di un’area occupata abusivamente a pochi chilometri da Milano. Una delle tante del capoluogo lombardo.

“Si sono costruiti veri e propri villoni”, spiega Silvia Sardone, europarlamentare della Lega, giunta sul posto per un sopralluogo. Dunque, rom che, in barba ad ogni legge, costruiscono e fanno un po’ come gli pare. “Una cosa incredibile considerando il fatto che agli italiani è impedito anche solo mettere dei tavolini fuori posto se hanno un bar perché vengono immediatamente multati” aggiunge Sardone.

Tra l’altro c’è anche un altro problema che l’abusivismo si porta dietro: quello della delinquenza. Non è da escludere che all’interno del campo siano detenute armi illegalmente. A febbraio, infatti, un rom di 35 anni di questo campo irregolare è stato arrestato con l’accusa di aver rapinato un 40enne francese. Il furto ha riguardato una Ferrari F430, ritrovata poche ore dopo il fattaccio proprio in via Cusago. Il nomade avrebbe finto di organizzare una compravendita e poi è passato all’azione. Al momento di versare la cifra richiesta all’uomo, il rom ha estratto una pistola, l’ha minacciato e dopo è salito sull’auto ed è fuggito.




Personaggi, insomma, che non hanno nessuna intenzione d’integrarsi. Bambini e adolescenti che, fin dal primo mattino, passeggiano tra la veranda e il giardino nelle varie ville. Insomma, della scuola non c’è neanche l’ombra. E pensare che a giudicare dal tenore di vita del villaggio abusivo i soldi per i libri scolastici non mancherebbero di certo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *