Vitalizi: la Cassazione li “abbatte”

Notizie

Dunque, sì ai tagli dei vitalizi: le sezioni unite civili della Cassazione hanno dichiarato inammissibile il ricorso di un ex parlamentare contro il taglio dei vitalizi deciso un anno fa dall’ufficio di presidenza della Camera.

Gli assegni furono decurtati a circa 1.300 ex deputati. Secondo i giudici le controversie su attribuzione e misura dell’indennità parlamentare e degli assegni per gli ex parlamentari “non possono che essere decise dagli organi dell’autodichia, la cui previsione risponde alla medesima finalità di garantire la particolare autonomia del Parlamento”. Sempre i giudici nell’ordinanza specificano che “la legittimazione degli organi di autodichia” può essere sollevata su questioni di legittimità costituzionale delle norme di legge cui le fonti di autonomia effettuino rinvio”.

Per Luigi Di Maio è “Una bellissima notizia” che, precisa, con l’eliminazione dei vitalizi “andremo a risparmiare circa 280 milioni, tra Camera e Senato, a legislatura“.  

Il ricorso per regolamento preventivo di giurisdizione era stato presentato da Paolo Armaroli, che alla Cassazione chiedeva che fosse dichiarata la sussistenza della giurisdizione del giudice ordinario o, in subordine, di quello amministrativo. Proprio ad Armaroli il vitalizio da ex parlamentare era stato decurtato del 44,41%.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram. Vi aspettiamo.
https://web.telegram.org/#/im?p=@zonedombratv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *