ZdO vs Rai: ecco i documenti che cercava il giornalista precario di Giletti

Notizie

Roberto Campagna, il giornalista de ‘L’Arena’ di Rai Uno che ieri ha contestato Gianni Chiodi e ci ha definiti ‘ridicoli’, ha dichiarato che il documento sui fondi destinati all’Aquila per il centro antiviolenza non esiste. Peccato, per lui e per il suo capo Massimo Giletti, che noi quel documento ce l’abbiamo.

http://www.youtube.com/watch?v=_hAO5zPkczo

Roberto Campagna, il giornalista de ‘L’Arena’ di Rai Uno che ieri ha contestato Gianni Chiodi e ci ha definiti ‘ridicoli’, ha dichiarato che il documento sui fondi destinati all’Aquila per il centro antiviolenza non esiste. Peccato, per lui e per il suo capo Massimo Giletti, che noi quel documento ce l’abbiamo.

Strano che Roberto Campagna non abbia saputo dell’esistenza di tale documento. Strano che in una così grande redazione in cui girano centinaia di autori, giornalisti, direttori e direttoroni pagati con soldi pubblici, nessuno abbia avuto il tempo (?) per cercare il protocollo numero 06112/AG del 30/08/2012. Veramente strano. Eppure, nonostante Zone d’Ombra non percepisca canoni e fondi per l’editoria, è riuscita ad avere l’intera documentazione che Campagna sosteneva non esistere.

Giletti invia un suo giornalista da Roma a Pescara anche per dire che:” il Progetto per la realizzazione di un Centro Poliedrico per lo svolgimento di iniziative per il contrasto di situazioni di marginalità dovute anche alla vioenza di genre e sui bambini” non esiste. Giletti ordina Campagna esegue. Tanto paghiamo noi stipendi e trasferte. 

I fondi previsti dall’ordinanza, per un totale di 3 milioni di euro per il progetto dei centri antiviolenza e per quello del centro poliedrico, vengono trasferiti dal governo nazionale alla contabilità speciale del Commissario solo a fine giugno 2012. “Preso atto della disponibilità dei fondi è stato emanato il decreto n. 134 del 14 agosto 2012″ ci spiega Chiodi che aggiunge:”Nel decreto si invita la Consigliera di parità a fornire un progetto di massima sempre entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto stesso. Questo progetto di massima viene presentato dalla Consigliera di parità il 30 agosto 2012, un giorno prima della cessazione dello stato di emergenza e quindi della soppressione della figura del Commissario Delegato per la Ricostruzione. Quindi il tutto fu rimesso all’ufficio speciale della ricostruzione”.

CAMPAGNA vs CASTIGLIONE

Non contento di Chiodi, Campagna bracca anche il vice presidente della Regione, Alfredo Castiglione, a cui chiede:”cosa pensa del dato diffuso dai sindacati che riferisce che nella pubblica amministrazione il 75% dei contrattualizzati sono stati assunti con chiamata diretta?” Castiglione risponde:”se il suo informatore è a conoscenza di tali fatti perché non procede per vie giudiziarie?”. 

Sarebbe come dire che in Rai, che fino a prova contraria è un’azienda pubblica, vengano assunte persone con chiamata diretta. Anche il tal caso, se mai fosse vera un’affermazione del genere, le procure dovrebbero aprire un’inchiesta.

Non so a questo punto chi sia il ridicolo tra me e Campagna. Io il documento l’ho trovato. E non lavoro in Rai.

IL DOCUMENTO

 

{edocs}Progetto 30.08.2012.pdf,600,800{/edocs}



 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *