Dopo il passo indietro del governo regionale sulla vicenda Stamina, il papà di Noemi, in un’intervista a Zone d’ombra Tv, parla di irresponsabilità e ignoranza dei politici sulla vicenda. “Abbiamo chiesto le cure compassionevoli nient’altro” ha ricordato Sciarretta.

Dopo il passo indietro del governo regionale sulla vicenda Stamina, il papà di Noemi, Andrea Sciarretta, in un’intervista a Zone d’ombra Tv, parla di irresponsabilità e ignoranza dei politici sulla vicenda. “Abbiamo chiesto le cure compassionevoli nient’altro” ha ricordato Sciarretta.

“Le cure compassionevoli – ha precisato il papà dell piccola Noemi – non c’entrano nulla con i trattamenti sperimentali”. Poi al consigliere Emilio Nasuti, che ha seguito tutta la vicenda in Abruzzo, Sciarretta pone una domanda:”Cosa significa quando Nasuti dice ‘noi non ci muoviamo fin quando non c’è la validazione del metodo?'”.

I malati hanno sempre chiesto alla Regione Abruzzo un tavolo in cui si permettesse l’avvio di cure compassionevoli e, successivamente, l’eventuale avvio di una sperimentazione del metodo. “Queste dichiarazioni mi fanno capire che, forse, in tanti non hanno compreso le nostre richieste” aggiunge ancora Sciaretta. “Lo stesso Nasuti ha ribadito fino a poco tempo fa, insieme al presidente Gianni Chiodi, che le cure bisognava assicurarle per una questione di umanità anche nel caso che la terapia fosse stata semplice acqua calda. Ora – ricorda ancora Andrea – nel momento in cui Davide Vannoni è sott’inchiesta nessuno parla e, anzi, scaricano la terapia”. I maligni potrebbero pensare che la mossa politica fu, all’epoca, quella di intercettare voti mentre oggi quella di levarsi un peso un po’ ingombrante a ridosso delle elezioni. Gli stessi maligni, potrebbero anche pensare che, in seguito alle vicende che hanno coinvolto il governo regionale, l’intera Giunta e Chiodi, per essere riconfermati alla candidatura, sono costretta a seguire le linee programmatiche imposte da Roma e quindi dire un no secco a Stamina.

“Per me non ci sono dubbi – ammette Sciarretta – che Chiodi sia stato ripreso dai vertici romani per allinearsi contro il metodo Stamina. Se volevano aiutare Noemi sbattevano i pugni sul tavolo tutti invece di lavarsi le mani” ha concluso Sciarretta.

Antonio Del Furbo





Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *