Anonymous all’attacco dei siti islamici:”È guerra”.

Notizie

Gli hacker di Anonymous hanno mandato un messaggio chiaro ai responsabili della strage di Charlie Hebdo con un video diffuso su twitter dove spiegano le loro mosse per combattere il nemico.

Il messaggio è stato caricato attraverso l’account belga del movimento con un titolo con un titolo molto chiaro:“Messaggio per Al Qaida, lo Stato Islamico e gli altri terroristi”. Una persona recita la lettura del comunicato seduta al tavolo con la maschera di Guy Fawkes mentre la voce è quella di un computer che diffonde il testo scritto. La grafica in sovrimpressione è un hashtag #OpCharlieHebdo, che sta a significare Operazione Charlie Hebdo. “Terroristi, vi dichiariamo guerra” annuncia la voce. E la guerra sarà fatta scovando account e social network in qualche modo collegati ai gruppi terroristi. L’obiettivo è vendicare i morti della strage di Parigi.

{youtube}http://www.youtube.com/watch?v=2l2H_Mq6eDA&feature=youtu.be{/youtube}

“Dobbiamo imparare a dare un senso alle cose, dobbiamo smettere di attaccare i musulmanti perché loro non hanno nulla a che fare con questi assassini” spiega nel comunicato Anonymous. Lo definiscono un messaggio ai nemici della libertà di espressione”:“Aspettatevi una massiccia risposta frontale da noi. 

Anonymous ha inviato le condoglianze “famiglie delle vittime di questo atto vile e spregevole”.me di questo atto vile e spregevole”. E aggiunge:”... Anonymous non lascerà mai il diritto alla libertà di espressione in mano all’oscurantismo e al misticismo. Noi combatteremo sempre e ovunque i nemici della libertà di espressione (…)  La libertà di espressione e di opinione è una cosa non negoziabile per affrontarlo è quello di attaccare la democrazia. Aspettatevi una reazione frontale massiccia da noi perché la lotta per la difesa di tali libertà è il fondamento del nostro movimento.”

 
LA LETTERA DIFFUSA DA ANONYMOUS IL 7 GENNAIO 2015
  1. Anonymous #francophone #OpCharlieHebdo // 2015/01/07 
  2. Messaggio ai nemici della libertà di espressione.
  3. Il 7 gennaio 2015, la libertà di espressione ha subito un assalto disumano. I terroristi hanno fatto irruzione nei locali del giornale ed hanno freddato a morte diversi designer e giornalisti e due poliziotti. Gli assassini sono ancora in libertà. Non possiamo cadere a terra. E’ nostro dovere reagire.
  4. In primo luogo, vogliamo esprimere le nostre condoglianze alle famiglie delle vittime di questo atto vile e spregevole. Siamo tutti colpiti dalla professionalità di Cabu, Charb, Tignous e Wolinski, grandi disegnatori che hanno segnato, con il loro talento, tutta la storia della stampa. Sono morti e per la libertà. Noi non dimentichiamo le altre vittime uccise durante l’attacco di questi assassini e quelli che stanno ancora combattendo per rimanere in vita.
  5. E’ chiaro che alcune persone non vogliono, in un mondo libero, questo diritto inviolabile e sacro di esprimere in qualche modo le proprie opinioni. Anonymous non lascerà mai questo diritto violato dall’oscurantismo e misticismo. Noi combatteremo sempre e ovunque i nemici della libertà di espressione. Charlie Hebdo, figura storica del giornalismo satirico era da tempo sotto mira. Anonymous ha il dovere di ricordare ad ogni cittadino che la libertà di stampa è un principio fondamentale dei paesi democratici. La libertà di opinione, di espressione e di pubblicare articoli in qualsiasi forma, è un diritto “inalienabile”. Anonymous ha sempre combattuto chi si è opposto e si oppone a questi diritti e difenderà sempre il diritto alla pubblicazione di un articolo, un disegno, un parere …
  6. La libertà di espressione e di opinione è una cosa non negoziabile. Aspettatevi una reazione frontale massiccia da noi perché la lotta per la difesa di tali libertà è il fondamento del nostro movimento.
  7. Noi siamo legione.
  8. Noi non dimentichiamo.
  9. Noi non perdoniamo.
  10. Dread noi!
  11. IRC: irc.anonops.com Port: 6667 Porta SSL: 6697 #francophone & #OpCharlieHebdo // http://webchat.anonops.com/
  12. Twitter: // OpCharlieHebdo #JeSuisCharlie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *