Covid-19: "Le vaccinazioni vanno fermate". Il rapporto inglese della Evidence-Based Medicine Consultancy Ltd

Presentato un rapporto preliminare urgente sui dati Yellow Card redatto dalla britannica Evidence-Based Medicine Consultancy Ltd, società di ricerca medica indipendente. Lo studio, presentato alla Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA), afferma che ”vi sono ora prove più che sufficienti per dichiarare i vaccini COVID-19 non sicuri per l’uso negli esseri umani“.

La MHRA fornisce “un avvertimento precoce per la sicurezza di una medicina per richiedere ulteriori indagini“.

Il rapporto riguardante il Covid-19, firmato dalla Dr.ssa Tess Lawrie (MBBCh, PhD) – direttrice della EbMC Squared CiC Director – riferisce che “sono stati esaminati i rapporti Yellow Card utilizzando cinque categorie clinicamente rilevanti:

  • emorragie, coagulazione (trombosi) e reazioni avverse da farmaco di tipo ischemico
  • reazioni avverse da farmaco a carico del sistema immunitario
  • “dolore” da reazioni avverse da farmaco
  • reazioni avverse da farmaco di tipo neurologico
  • reazioni avverse da farmaco che comportano perdita della vista, dell’udito, della parola o dell’olfatto
  • e da farmaco in gravidanza”.

LEGGI ANCHE:

Il rapporto prosegue: “Siamo consapevoli dei limiti dei dati di farmacovigilanza. Comprendiamo che le informazioni sulle reazioni avverse ai farmaci riportate non devono essere interpretate nel senso che il farmaco in questione causa generalmente l’effetto osservato o non è sicuro da usare. Stiamo condividendo questo rapporto preliminare a causa dell’urgente necessità di comunicare informazioni che dovrebbero portare alla cessazione del lancio della vaccinazione mentre viene condotta un’indagine completa. Secondo il recente documento di Seneff e Nigh, le potenziali patologie acute e a lungo termine includono:

  • adescamento patogeno, malattia infiammatoria multi-sistemica e autoimmunità
  • reazioni allergiche ed anafilattiche
  • potenziamento dipendente dagli anticorpi (ADE)
  • attivazione di infezioni virali latenti
  • malattie neuro-degenerative e da prioni
  • comparsa di nuove varianti di SARSCoV2
  • integrazione del gene della proteina spike (*) nel DNA umano”
L’evidenza

“È ora evidente che questi prodotti [immessi] nel flusso sanguigno sono tossici per gli esseri umani. È necessario un arresto immediato del programma di vaccinazione, contestualmente all’avvio di un’analisi di sicurezza completa e indipendente per indagare la piena portata dei danni che, come i dati delle Yellow Card del Regno Unito suggeriscono, includono tromboembolie, malattie infiammatorie multisistemiche, soppressione immunitaria, autoimmunità e anafilassi, così come il potenziamento dipendente dagli anticorpi (ADE)“.

Le conclusioni

“La MHRA ha ora prove più che sufficienti sul sistema Yellow Card per dichiarare i vaccini Covid-19 non sicuri per l’uso negli esseri umani. È necessario prepararsi ad intensificare gli sforzi umanitari per assistere coloro che sono stati danneggiati dai vaccini Covid-19 e per anticipare e mitigare gli effetti a medio e lungo termine. Poiché il meccanismo dei danni da vaccini sembra essere simile a quello della Covid-19 stessa, questo include l’impegno con numerosi medici e scienziati internazionali con esperienza nel trattamento con successo della malattia”.

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *