Sandro Biviano mandato in ospedale da un poliziotto. È guerra

Notizie

Durante la manifestazione di questa mattina a Roma, un gruppo di manifestanti con a capo i due fratelli Biviano, hanno bloccato via del Corso nelle prossimità di Palazzo Chigi. Per tutta risposta la polizia avrebbe caricato e ferito Sandro. Il popolo di Stamina sul piede di guerra.

Durante la manifestazione di questa mattina a Roma, un gruppo di manifestanti con a capo i due fratelli Biviano, hanno bloccato via del Corso nelle prossimità di Palazzo Chigi. Per tutta risposta la polizia avrebbe caricato e ferito Sandro. Il popolo di Stamina sul piede di guerra. “Questo che il governo si permette di fare è dittatura stalinista, vergognatevi” commenta Luigi. “Prefetto e Questore della Capitale non sono in grado di gestire la sicurezza pubblica” commenta Moretti dell’Osservatorio Antimafia Abruzzo. “I disabili sono stati caricati da agenti della polizia di stato che hanno afferrato Sandro Biviano per il collo procurandogli gravi lesioni. Attualmente Sandro è ricoverato in Ospedale” aggiunge ancora Moretti. Intanto spunta un filmato del Tg5 che ha documentato l’aggressione del poliziotto nei confronti del malato. Enza racconta:”un agente nel tentativo di bloccarli, lo colpisce volutamente da dietro sul collo”. Maria aggiunge:”Alcuni dei testimoni hanno spiegato che precedentemente, mentre erano in sit-in nei pressi del Pantheon, un poliziotto aveva cercato di sfilargli lo striscione che teneva in mano e lo striscione gli si era stretto al collo. Ora ha avuto difficoltà a deglutire”. Sullo striscione la scritta:”La salute non è un gioco. Curarsi per la vita è libertà” che ha accompagnato la giornata di mobilitazione per:”attendere di conoscere i contenuti della discussione del Consiglio dei ministri di oggi” aveva dichiarato stamane Sandro Biviano. Al Consiglio dei Ministri, come primo argomento del giorno, ci sarà la discussione sulla vicenda Stamina ed in particolare sulle cure compassionevoli secondo quanto richiesto dai malati con formale lettera inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro Lorenzin. “Noi abbiamo chiesto al Governo – aveva detto lo stesso Sandro Biviano in mattinata – l’emissione di un decreto di urgenza, per emergenza sanitaria, chiedendo che tutte le persone malate, bambini ed adulti in fin di vita, possano avere il sacrosanto diritto di accedere al metodo Stamina, quale terapia ad uso compassionevole, senza dover ricorrere alle sentenze di un tribunale per vedere garantiti i propri diritti. Nella missiva inviata alle istituzioni vi erano inoltre una serie di altre condizioni, suggerimenti ed indicazioni per garantire in tempi brevissimi la risoluzione di questa emergenza sanitaria” ha concluso Sandro.

Durante il corteo, dopo aver bloccato via del Corso, in entrambe le direzioni, piazza Venezia e piazza del Popolo, c’è stato uno scontro con la polizia. Sandro Biviano è stato portato via in ambulanza presso l’ospedale Santo Spirito dopo che uno degli agenti lo ha afferrato per il collo. Sulla bacheca del Civico 117 A questo il commento:”Poco fa durante la manifestazione del Civico117 A insieme ai malati disabili in attesa di cure siamo stati forzatamente bloccati dalle forze dell’ordine che hanno alzato le mani anche sui disabili stessi. ..ne sono nati tafferugli che hanni portato al fermo in questura di due ragazzi che hanno difeso l incolumità dei ragazzi affinché non si facessero male… W la democrazia”.

Antonio Del Furbo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *