Domenico Parisi, l'ideatore dei Navigator a 240mila euro e la casa gratis all'Anpal

Domenico Parisi, l’ideatore dei Navigator a 240mila euro e la casa gratis all’Anpal

Inchieste Notizie

Domenico Parisi, il “cowboy” del reddito grillino, ha chiesto una casa pagata all’ANPAL per la sua sicurezza sanitaria. Parisi è l’uomo che avrebbe dovuto far ripartire il mercato del lavoro in Italia grazie ai Navigator del reddito di cittadinanza.

L’appartamento in zona signorile, tipo Parioli, a un costo “di non oltre tremila euro” al mese. Un alloggio che, spiega Parisi, è a tutela “della mia personale sicurezza sanitaria a fronte dell’emergenza Covid-19, che a mio parere sarebbe garantita solo dal soggiorno in appartamento”. Per Parisi, però, l’operazione fa risparmiare. Non soltanto rispetto a un “soggiorno in albergo a 4 stelle” previsto dal “Regolamento spese degli organi”. Ma perfino sui costi indicati dal direttore generale. Proprio lei, Paola Nicastro, che non ha voluto bollinare le sue note spese: ma questo, Mimmo Parisi, presidente dell’Anpal, l’ente pubblico che dovrebbe essere l’ariete della rivoluzione grillina nel lavoro, non lo scrive nella lettera con cui il 18 giugno chiede un parere “sulla possibilità di utilizzare un appartamento invece di un albergo”.

Parisi, storia di un uomo con un incarico in Italia e una vita in America

E lo chiede al presidente del suo collegio sindacale, Stefano Castiglione. Si tratta del consigliere della Corte dei conti che è anche il capo di gabinetto, ossia il braccio destro, del sindaco di Roma Virginia Raggi. E che nel collegio sindacale dell’Anpal si ritrova accanto la presidente del comitato di vigilanza del Bioparco di Roma, per nomina del Campidoglio di Virginia Raggi.

Nel mirino, l’auto con autista da 55 mila euro l’anno e i viaggi in business class per 71 mila euro del presidente dell’Anpal in America, dove ancora ha un incarico all’università del Mississippi.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *