La grande abbuffata delle Partecipate: a Leonardo ci finisce il compagno di scuola di Luigi Di Maio

La grande abbuffata delle Partecipate: a Leonardo ci finisce il compagno di scuola di Luigi Di Maio

Inchieste Notizie

Qualche giorno fa avevamo annunciato il lavoro sul giro di poltrone che il Governo stava portando avanti. Oggi il quadro è chiaro e l’esecutivo ha deciso per la linea della continuità visti i buoni risultati ottenuti dai manager nonostante la pandemia da Coronavirus.  

L’abbuffata di poltrone

Alla presidenza di Enel arriva Michele Crisostomo, avvocato, esperto di regolamentazione bancaria e di operazioni sul mercato dei capitali. Alla presidenza di Eni, sbarca Lucia Calvosa, ordinaria di diritto commerciale all’università di Pisa ed esperta di diritto ma anche già consigliere di Tim e della società editrice del Fatto Quotidiano. Giornale, quest’ultimo, che ha condotto una dura campagna contro Descalzi. A Leonardo va Luciano Carta che lascia la presidenza dell’Aise. Rimane al suo posto, invece, Maria Bianca Farina che è stata confermata dal ministero dell’Economia alla presidenza di Poste.

Le poltrone da definire

Rimangono “liberi” per il momento i posti in Terna, Enav e Banca Mps. Al gruppo elettrico dovrebbe arrivare, direttamente da Acea, Stefano Donnarumma, al posto di Luigi Ferraris. Alla presidenza dovrebbe essere invece nominata Valentina Bosetti, ordinaria di Economia ambientale all’Università Bocconi. All’Enav c’è l’accordo per Paolo Simioni alla poltrona di ad e Francesca Isgrò per quella di presidente. Per Banca Monte dei Paschi di Siena, infine, Guido Bastianini dovrebbe essere l’ad indicato dal Mef, mentre l’ex Enel Patrizia Grieco andrebbe a occupare la presidenza.  

L’accordo PD-M5S e il compagno di scuola di Di Maio nel consiglio di Leonardo

Ai 5 Stelle vanno due presidenze (Eni ed Enel) e due amministratori delegati (Terna ed Enav), più svariati consiglieri di amministrazione. Tra i nomi c’è quello di Carmine America, già compagno di scuola di Luigi Di Maio al liceo Imbriani di Pomigliano D’Arco e oggi suo consigliere speciale per la sicurezza. Per lui è pronta la poltrona nel consiglio di Leonardo.

Il Sole 24 spiega che nella lista del Mef per il cda Eni ci sono come consiglieri senza deleghe 4 candidati: Emanuelle Piccinno, dal 2014 “consulente legislativo” del M5S alla Camera; Nathalie Tocci (in quota Pd), direttore dello Iai, Istituto affari internazionali; il dirigente del Mef Filippo Giansante (Affari finanziari internazionali); infine Monica Nucera Mantelli.  Il Collegio Sindacale di Eni sarà composto da: Marco Seracini, Mario Notari, Giovanna Ceribelli, Roberto Maglio e Monica Vecchiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *