La guerra in Ucraina: cos'è e cosa sta succedendo
La guerra in Ucraina: cos'è e cosa sta succedendo
Spread the love

Introduzione: La guerra ucraina in breve

La guerra ucraina è un conflitto in corso dal 2014. È iniziato come un conflitto armato tra le forze governative ucraine e i ribelli filo-russi che cercavano di ottenere l’indipendenza dall’Ucraina. La guerra ha visto anche il coinvolgimento della Russia, che sostiene i separatisti filo-russi con armi, soldati e intelligence militare.

Le cause della guerra in Ucraina e le sue conseguenze geopolitiche sulle relazioni internazionali.

Cos è la guerra ucraina?

La guerra ucraina è iniziata quando la Federazione Russa ha annesso la Crimea dall’Ucraina nel marzo 2014. I ribelli filo-russi hanno quindi iniziato a prendere il controllo di parti dell’Ucraina orientale e i nazionalisti filo-ucraini hanno preso il controllo di parti dell’Ucraina occidentale. Ciò ha portato a una guerra civile tra le due parti.

Le complesse relazioni dell’Ucraina con la Russia

L’Ucraina è in stato di guerra con la Russia dal 2014. Oggi è uno dei conflitti più complessi e pericolosi del mondo.

Il conflitto non riguarda solo il territorio o i confini, riguarda anche valori e ideali. La Russia sta cercando di ripristinare il suo vecchio potere imperiale, mentre l’Ucraina vuole essere un paese democratico indipendente.

Il ruolo dei media nella guerra ucraina

I media in Ucraina hanno svolto un ruolo importante. È stato utilizzato da entrambe le parti per influenzare l’opinione pubblica. I media filo-russi hanno cercato di mostrare che la Russia sta combattendo per la libertà e la democrazia, mentre i media filo-ucraini hanno cercato di mostrare che la Russia sta combattendo per il potere e il dominio.

Militarizzazione delle regioni di conflitto dell’Ucraina

Le regioni di conflitto dell’Ucraina orientale sono una parte importante del conflitto ucraino-russo. L’esercito russo è attivo in queste regioni dal 2014 e ha utilizzato una varietà di tattiche per mantenere il controllo sulla regione.

La strategia della Russia è dividere e conquistare l’Ucraina destabilizzando il paese e impedendogli di aderire alla NATO o all’Unione Europea. Questo è il motivo per cui la Russia continua a sostenere le forze separatiste nell’Ucraina orientale, che combattono contro le forze ucraine dal 2014.

La strategia della Russia non si concentra solo sull’Ucraina orientale, ma anche sulla Crimea, che ha annesso illegalmente nel 2014. In Crimea, la Russia ha usato la forza militare per impossessarsi degli edifici governativi e dei media, nonché per imprigionare o espellere i tartari di Crimea che si oppongono al dominio russo .

Che fine ha fatto il presidente ucraino Viktor Yanukovich?

Viktor Yanukovich è un ex presidente ucraino. È stato il quarto presidente dell’Ucraina dal 2010 al 2014.

Yanukovich è nato nel 1950 a Yenakiieve, Donetsk Oblast, SSR ucraino. Si è laureato in ingegneria meccanica al Donetsk Polytechnic Institute. Ha poi lavorato come operaio metalmeccanico presso l’impianto di costruzione di macchine Yuzhny e come ingegnere presso l’impianto di costruzione di macchine di Donetsk prima di diventare direttore della sua controllata Ukrprominvest nel 1987.

La carriera politica di Yanukovich è iniziata nel 1990 quando ha vinto le elezioni per la Verkhovna Rada (il parlamento ucraino) per la sua regione natale di Donetsk, sulla base del suo sostegno da parte del Partito socialista ucraino (SPU) di Oleksandr Moroz. Poi ha servito come Primo Ministro per due settimane fino a

La situazione attuale in Ucraina e cosa significa per la NATO?

L’attuale situazione in Ucraina ha indotto la NATO a riconsiderare la sua posizione sul conflitto nel paese.

La NATO si trova attualmente in una posizione difficile con il coinvolgimento della Russia in Ucraina. La NATO sta cercando di trovare un modo per mantenere i suoi membri al sicuro senza attraversare alcuna linea rossa.

LEGGI ANCHE:

2 pensiero su “La guerra in Ucraina: cos’è e cosa sta succedendo”
  1. Se questa guerra è in corso già dal 2014, come mai la diplomazia europea, intelligence, hanno accettato 7 anni di movimenti militari russi permettendo che si arrivasse fino alla guerra ? Sembra che l’Europa e l’America abbiano dormito, accettando di vivere, dividere e condividere i G20, le grandi manifestazioni, qualsiasi commercio con questo dittatore che ha sempre abbattuto i suoi avversari politici. Perché non isolarlo veramente prima,molto prima? Secondo la mia modesta opinione,
    per evitare una guerra bisogna essere più preparati che per combatterla.
    I discorsi di tutti i parlamentari europei e americani sono vuoti, scontati e sembrano fatti da persone che non sanno che nel loro paese si fabbricano le armi e le bombe. Perché nessun politico parla al paese dicendo che farà smettere do costruire armi? Grazie.

  2. Da anni io sento gli Ukraini che vogliono entrare in Europa ma sono impediti dal governo di Mosca. Ma nessuno li ha ascoltati.. neanche noi italiani. Ma ora siamo gas-dipendenti dalla Russia. Ed è meglio mantenersi alla larga. Ricordate che con l’ARMIR eravamo con gli Ukraini a combattere i russi a Stalingrado nel 1943..!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Segnalaci la tua notizia