Lanciano, Casapound contro l’abbandono dei cani

Notizie

 “Boia chi li abbandona – CasaPound Lanciano”. Con questo striscione ed un pupazzo di cane legato all’entrata dell’autostrada e simbolicamente sporcato di vernice rossa, i militanti di CasaPound Lanciano hanno voluto denunciare gli atti d’abbandono dei cani e il destino che spetta loro dopo un gesto così grave.

 “Boia chi li abbandona – CasaPound Lanciano”. Con questo striscione ed un pupazzo di cane legato all’entrata dell’autostrada e simbolicamente sporcato di vernice rossa, i militanti di CasaPound Lanciano hanno voluto denunciare gli atti d’abbandono dei cani e il destino che spetta loro dopo un gesto così grave.

Sintonia con la sensibilità ecologista

«Quest’atto di denuncia – spiega Nico Barone, responsabile locale – è in sintonia con la sensibilità ecologista ed animalista di CasaPound, espressa al suo interno dal gruppo La Foresta che Avanza: l’abbandono dei cani in autostrada è uno degli atti più vili compiuti dall’uomo contemporaneo edonista e deresponsabilizzato e noi crediamo sia molto importante denunciare taluni comportamenti con azioni di questo tipo. Per Cpi, quindi, il messaggio deve essere chiaro e diretto ripescando anche slogan di battaglia. «Avendo a cuore l’ambiente e gli animali -conclude Barone- riteniamo doveroso mostrare senza infingimenti la realtà di quello che accade quando decidiamo di abbandonare i nostri animali anche con azioni choc come quella messa in atto oggi. Non ci possono essere alibi per questa infame pratica. Ogni anno, durante i mesi estivi, si contano oltre 100mila casi di abbandono, e, nonostante le tante campagne fatte, non possiamo considerare il problema risolto». 

Sono, infatti, circa 100mila i cani abbandonati ogni anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *