Maddie De Garay, la 12enne sulla sedia a rotelle a un passo dalla morte dopo la seconda dose di Pfizer

Una vicenda gravissima che riguarda una ragazzina di 12 anni che ha ricevuto le due dosi del vaccino Pfizer negli Stati Uniti.

Maddie De Garay, secondo la denuncia della madre, Stephanie De Garay, è costretta a vivere sulla sedia a rotelle ed è stata ad un passo dalla morte dopo la seconda inoculazione del vaccino contro il Covid.

La storia è stata resa nota dalla trasmissione televisiva Tucker Carlson Tonight.

La De Garay ha spiegato punto per punto l’evoluzione dei fatti, con la figlia che faceva parte dei volontari per la sperimentazione del vaccino sulla giovane fascia d’età.

“L’unica diagnosi che abbiamo ottenuto per lei è che si tratta di un disturbo da sintomi neurologici funzionali, che stanno attribuendo all’ansia. Ma ironicamente, non aveva ansia prima del vaccino, era una ragazza sana. Mia figlia ha iniziato a sviluppare forti dolori addominali e al petto dopo la seconda, descritti da lei stessa con queste parole ‘Sembra che il mio cuore mi venga strappato dal collo’”

De Garay ha precisato che tutti i suoi tre figli si sono sottoposti alla vaccinazione. Ma ha poi aggiunto sul caso della figlia:

“Ha avuto gastroparesi, nausea, vomito, pressione sanguigna irregolare, frequenza cardiaca e perdita di memoria. Non riesce ancora a digerire il cibo. Ha un tubo per nutrirsi. Lei non poteva camminare a un certo punto, poi poteva… Non capisco perché i medici non stiano esaminando il perché ora è tornata su una sedia a rotelle e non riesce a tenere il collo alto. Il suo il collo si tira indietro”.

Sul caso dell’Ohio si è mosso il senatore Ron Johnson, che chiede risposte alla casa farmaceutica.

Il contatto con il medico

De Garay ha spiegato che dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino contro il coronavirus, sua figlia ha iniziato a sviluppare forti dolori addominali e al petto. Maddie ha descritto la gravità del dolore a sua madre: “sembra che il mio cuore mi venga strappato dal collo”.

Il senatore del Wisconsin ha osservato che alcune reazioni avverse avute da Maddie De Garay sono state dettagliate nei memorandum di autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) di Pfizer e Moderna della Food and Drug Administration (FDA) dopo i primi studi clinici. 

Tali reazioni includevano disturbi del sistema nervoso e disturbi muscoloscheletrici e del tessuto connettivo per il memo Pfizer EUA. La nota dell’EUA Moderna includeva reazioni come disturbi del sistema nervoso, disturbi vascolari e disturbi muscoloscheletrici e del tessuto connettivo, secondo la lettera di Johnson. 

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *