Morosini, croce rossa inutilizzabile

Notizie

Cosa è successo in campo in quei 6 minuti e 24 secondi?

Oltre all’ambulanza bloccata dall’auto dei vigili urbani, anche la Croce Rossa non è potuta intervenire in campo perché non c’era l’autista. Le notizie continuano ad arrivare e, guarda caso, sempre negative per i soccorritori. Tramite il video diffuso da Sky è stato possibile fare un’analisi molto dettagliata della situazione creatasi all’interno dello stadio Adriatico dopo il malore di Morosini. Sono trascorsi esattamente 6 minuti e 24 secondi da quando il giocatore cade a terra a quando viene trasportato in ospedale. Praticamente Morosini arriva al pronto soccorso dell’ospedale dopo 9 minuti e 30 dall’inizio del malore. Tra l’altro, stando a quello che dichiara Marco Di Francesco un volontario della Misericordia, pare che proprio il medico del Livorno non abbia voluto utilizzare il defibrillatore. Eppure Morosini, secondo Di Francesco, era ancora vivo. Il dottor Paloscia invece ha dichiarato che lui in campo non ha visto nessun defibrillatore al punto di telefonare in ospedale e farne preparare uno. Il medico del Livorno invece ha ritenuto di non dover usare il defibrillatore in quanto non ce n’era necessità visto che il cuore del ragazzo batteva ancora. Insomma la questione non è ancora molto chiara. Attendiamo impazienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *