Pescara: RFI chiude la stazione ai clochard

Notizie

La vergognosa decisione è stata presa ieri e, in molti, sono stati portati fuori dalla stazione. Un gesto che in tanti contestano specie quelli che hanno applaudito alla legalità senza se e senza ma. Rfi fa rispettare la legge e i ‘difensori’ dei diritti umani si stracciano le vesti.

La vergognosa decisione presa da Rfi ha indignato molti. Peccato che le stesse persone che hanno contestato tale iniziativa abbiano urlato per decenni, in tutti i luoghi d’Italia, al rispetto delle regole e all’applicazione rigorosa delle leggi.

Il fatto. Martedì scorso oltre cento senzatetto sono stati costretti a lasciare la struttura, in cui generalmente passano le notti, in seguito al provvedimento di Rfi che prevede la chiusura dei locali dalle 23.15 alle 4.45. I senzatetto, tra cui un disabile in carrozzella, hanno portato via dalla stazione i propri effetti personali e, non sapendo dove andare, si sono posizionati nelle aree esterne alla struttura. Non sono mancate polemiche ed accuse nei confronti degli agenti della Polfer e di due vigilantes di un’agenzia privata a cui Rfi ha affidato il servizio. La Polizia ferroviaria, diretta da Davide Zaccone, ha dovuto chiedere supporto agli uomini della squadra Volante della Questura. Il provvedimento di Rfi, ente che gestisce la stazione, è motivato dalla tutela della clientela e dell’immagine della stazione. Nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra tutti i soggetti coinvolti per discutere anche del problema sociale che si sarebbe venuto a creare, ma, di fatto, i senzatetto al momento non hanno un posto in cui passare la notte. Gli uomini della Polfer continueranno a monitorare la situazione stasera e nei prossimi giorni. La stazione, nelle ore notturne, resterà chiusa anche per i clienti e chiunque arriverà o dovrà partire da Pescara sarà accompagnato dalle guardie giurate. 

Cos’è questo se non uno Stato di polizia? Abbiamo applaudito per oltre vent’anni alla politica giustizialista ed ora c’è chi chiede un Consiglio comunale straordinario sulla vicenda. Abbiamo nel cuore i senzatetto che, in queste ore, sono costretti a dormire per strada.

Il rigore l’abbiamo preteso e ottenuto. Ora sarà difficile far cambiare idea a Rfi. E forse non basteranno striscioni e sfilate di politici.

ZdO



 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *