Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto oggi, intorno alle 14.30, nello scantinato di una palazzina in via Vespucci a Martinsicuro.

Il cadavere di un uomo è stato rinvenuto oggi, intorno alle 14.30, nello scantinato di una palazzina in via Vespucci a Martinsicuro.

La scoperta è stata fatta dall’affittuario del locale che ha dato l’allarme. Si tratterebbe del corpo di Marco Re, oggi 41enne, di origini marchigiane, di cui non si avevano più notizie da due anni. L’avanzato stato di decomposizione del corpo, stando alle prime indiscrezioni medico legali, retrodata il decesso a fine 2010. Accanto ai resti dell’uomo, i carabinieri della Compagnia di Alba Adriatica e della stazione di Martinsicuro e del Reparto Operativo provinciale, hanno trovato una siringa e un laccio emostatico. Vicino al cadavere, inoltre, c’erano anche le carcasse di quattro gatti rimasti intrappolati in quello scantinato alcuni mesi fa. I resti dell’uomo sono stati trasferiti all’ospedale di Teramo dove saranno eseguiti gli esami necessari, disposti dalla Procura teramana, necessari a stabilire la causa e il periodo in cui l’uomo è deceduto. Di Marco Re non si avevano più notizia da due anni, da quando era andato via di casa dove viveva, a Spinetoli (Ascoli Piceno) con la madre.

Di Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *