Vasto, falò: Stefano Moretti costretto a rimuovere il video

Notizie

L’autore del video che ha raccontato a migliaia di utenti come un’agente della polizia di Vasto ha trattato un 14enne che manifestava pacificamente contro l’ordinanza comunale che ha vietato i falò in spiaggia dopo quasi un ventennio, ci ha raccontato di aver subito pressioni per la rimozione del video.

http://www.youtube.com/watch?v=kS7B5zEQseg&feature=youtu.be

L’autore del video che ha raccontato a migliaia di utenti come un’agente della polizia di Vasto ha trattato un 14enne che manifestava pacificamente contro l’ordinanza comunale che ha vietato i falò in spiaggia dopo quasi un ventennio, ci ha raccontato di aver subito pressioni per la rimozione del video. Per liberare Moretti da ogni futura problematica, abbiamo riacquisito il filmato sul nostro server procedendo all’oscuramento del viso del ragazzo. In questo modo lasciamo la traccia di ciò che amministrazione comunale e forze dell’ordine di Vasto sono stati in grado di fare. 

Con un metodo repressivo, il sindaco Luciano Lapenna e i più alti funzionari delle forze dell’ordine di Vasto tra i quali il vice questore Cesare Ciammaichella, il maggiore Giancarlo Vitiello e il comandante dei vigili urbani Orlando Carusi, hanno ‘ucciso’ ancora una volta un’occasione di divertimento e socializzazione dei ragazzi vastesi. Una città che quotidianamente viene privata del diritto alla sicurezza ma che non perde occasione di reprimere idee e sogni della gioventù di una terra spesso dimenticata. Se gli enti danno queste risposte per lo sviluppo del territorio allora ben presto, siamo convinti, il sud dell’Abruzzo scomparirà. 

di Antonio Del Furbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *